C M – Pit Stop per la Libertas, il Racing vince

Libertas Roma Eur P.N./ Racing Roma 8-9 (1-3) (3-1) (3-3) (1-2)

Libertas Roma Eur: Di Virgilio, Neri, Carrer, Palomba (1), Di Martino (2), Cipollone, De Luca , Procopio (capitano), Todini (2), Manzo (1), Salvatori (2), Mauro, Petrini. All.Lucchini Luca

Cancellata la casella dell’imbattibilità….poco male a conti fatti, visto che la partita odierna ci consegna in ogni caso il primo posto in classifica in virtù della differenza reti nello scontro diretto; attendiamo ora le ultime due giornate per conoscere la quarta classificata che andremo ad affrontare sicuramente con più determinazione. Al Racing resta certamente la soddisfazione di averci battuto, ma che fosse la nostra principale antagonista lo sapevamo già. Conoscere il destino di un campionato legato alla lotteria dei play off avendolo dominato in lungo e in largo, rende più complicato concentrarsi e scendere in vasca ogni volta con la giusta determinazione…ma le regole e le decisioni del crl vanno rispettate e sono certo che gli eurini saranno pronti al momento opportuno. Un incontro deciso dagli episodi, non cancella quindici incontri di imbattibilità, ne deve provocare inutili isterismi….ci vuole carattere per giocare a pallanuoto e quella sana competizione e quel nervosismo occorre convogliarlo in quelle partite che ci separano veramente dalla serie B….; dobbiamo avere la capacità di trasformare i desideri in energia positiva e forza di volontà. Volere fortissimamente una cosa sarà determinante e farà la differenza.

In tribuna pensavo che…..In fondo perdere ad un minuto dalla fine, di un gol di differenza e dopo aver colpito una traversa a 38 secondi ( Manzo) dal termine contro una squadra concentrata e vogliosa di vincere che ha giocato probabilmente il suo miglior match dell’anno contro una Libertas irriconoscibile per gli errori fatti e le occasioni mancate depone sicuramente a nostro favore…. peggio non si può fare.

Cimini e Todini Daniele ai box, Marongiu indisponibile e Pierfrancesco Scassellati squalificato sono state assenze pesanti e la squadra nel suo complesso ha risentito della loro assenza visto che la loro velocità ha spesso fatto la differenza inoltre, la Libertas ha pagato in senso negativo la voglia di non perdere esponendosi ai contropiedi avversari che hanno sfruttato pienamente l’occasione.

Sintomatici i tre gol presi nel primo tempo frutto di distrazioni, superficialità e scarsa propensione al sacrificio. La loro prima rete è il frutto di un fallo nella fase di ripartenza del Racing….Cipollone cade negli antichi vizi e il Racing ringrazia. La seconda rete è il frutto di un regalo arbitrale ( non sarà il solo purtroppo) che toglie Palomba inventando un fallo inesistente. L’unica rete viene dal nostro buon mancino Salvatori che ben imbeccato da Manzo scarica un tiro a cui il portiere non riesce ad opporsi.

Il secondo tempo è di marca eurina con un Di Martino ispirato che infligge in pochi minuti un uno-due che pareggia i conti con i rossoblu. Ed è ancora lui ad essere l’assist man per la rete del vantaggio dopo aver attirato su di se ben tre avversari e scaricando il pallone sulla mano giusta del nostro buon Federico che insacca da par suo. Ma il Racing non molla e pareggia i conti. Terzo quarto equilibrato e con il risultato che viaggia in una sottile linea rossa, prima una poi l’altra trovano il vantaggio e il successivo recupero dell’avversario. Salvatori, Palomba e Todini i goleador. Il quarto tempo vive anch’esso sull’altalena, al nuovo vantaggio del Racing risponde un Manzo in grande spolvero dopo qualche turno di assenza dovuto ai suoi impegni. Purtroppo la scarsa lucidità della Libertas consente il vantaggio definitivo ai nostri avversari in modo incredibile, con un errore difensivo davvero macroscopico…. la partita si chiude e giustamente il Racing festeggia. Ora sappiamo cosa può succedere se non si scende in vasca con la giusta concentrazione e la giusta preparazione….squadra avvisata mezza salvata, stà a voi nel non ripetere una prestazione mediocre ed essere umili per il proseguo e capire in fretta le ragioni della sconfitta di oggi. Noi sempre al vostro fianco…Forza Libertas.

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email