A2 F – A Trieste brutta scoppola per la Css Verona

Giovanni Zaccaria

Si interrompe alla piscina “Bruno Bianchi” di Trieste la striscia positiva della Css Verona, che durava dal 4 febbraio scorso. La formazione scaligera è stata regolata dalle temute orchette di casa, che pure erano alla seconda partita disputata in pochi giorni. Il risultato finale è un pesante 10-5 in favore delle giocatrici alabardate (parziali 2-1, 5-1, 2-0, 1-3).

Tutti parziali in negativo, a parte l’ultimo, quelli di Prandini e compagne, che pure hanno retto il confronto fino ad inizio del secondo periodo. All’immancabile marcatura di Elena Borg sono seguite le reti locali con Rattelli e Jankovic, dopodiché è arrivato il nuovo pareggio con Giulia Carotenuto. Da lì in poi si apre un confronto da incubo per le veronesi, con il risveglio del capocannoniere del girone: Lucrezia Cergol segna una doppietta, seguita dai gol di Rattelli, Guadagnin e Beatrice Cergol. Dopo la pausa lunga il Trieste, avanti di cinque lunghezze, allunga ulteriormente con Ingannamorte e ancora Cergol, mentre la Css rimane completamente a secco.

Un piccolo riscatto d’orgoglio per le ragazze di Zaccaria, a risultato già ampiamente compromesso, si ha nell’ultima frazione di gioco. Ancora una palla raccolta in fondo alla rete dalle veronesi, quella di Klatowski, a fronte dei gol di Giorgia Prandini, Ines Braga e del rigore trasformato dalla giovane Ludovica Dusi, al primo centro in questo campionato.

Di poche parole il tecnico della Css, Giovanni Zaccaria, dalle quali esce la delusione per un match non disputato come nelle attese: «Trieste ha fatto un’ottima partita con fondamentali importanti e precisione nei movimenti. Noi abbiamo subito sempre e non siamo mai riuscite a contrastarle. Loro molto meglio di noi oggi».

Una brutta scoppola per la Css, che vincendo avrebbe probabilmente eliminato una scomoda inseguitrice. Invece le alabardate riagganciano la zona playoff e possono disputare da protagoniste questo finale di girone, mancando loro ancora le sfide in casa contro Bologna e Como.  Le veronesi rimangono seconde in classifica per effetto della contemporanea vittoria del Como sul Bologna, ma perdono qualche certezza e ora dovranno tornare a guardarsi alle spalle più che avanti.

 

Pallanuoto Trieste – Css Verona 10-5

Parziali: 2-1, 5-1, 2-0, 1-3

Pallanuoto Trieste: Ingannamorte S. (P), Zadeu, Favero, Gant, Klatowski (1), Cergol L. (3), Cergol B. (1), Ingannamorte E. (1), Guadagnin (1), Rattelli (2), Jankovic (1), Russignan, Krasti. All. Colautti

Css Verona: Mattioni C. (P), Zingaropoli (P), Castagnini, Cressoni, Russo, Borg (1), Peroni, Braga (1), Carli, Dusi (1), Prandini (1), Carotenuto (1), Mattioni S. All. Zaccaria

Arbitro: Ruscica

 

CSS Verona

 

 

Print Friendly, PDF & Email