A1 F – Primi punti esterni per il Bogliasco

Primi punti esterni in stagione per il Bogliasco di Mario Sinatra che espugnando la vasca dell’Ancona, nel sesto turno di A1, raddoppia il proprio bottino in classifica salendo a quota sei.

In riva al Conero le biancazzurre passano 10-9, non senza patemi, ma mostrandosi compatte e capaci di soffrire quando serve dopo essere state comunque sempre avanti nel punteggio e aver toccato in due occasioni anche il triplo vantaggio.

Pronti, via e Bogliasco prova subito a indirizzare la gara dalla sua parte, andando a referto nelle prime due azioni d’attacco con Teresa Cocchiere e Giulia Millo. Una partenza fulminea che non scoraggia le marchigiane, abili a raddrizzare il parziale con una doppietta di Ivanova. Ci pensa però ancora una scatenata Millo a riportare avanti le ospiti. A cavallo della prima sirena la capitana bogliaschina va a segno infatti in ben tre occasioni, dando il là ad un break che a lungo andare risulterà decisivo. Nel mezzo la reazione dell’Ancona si concretizza con la rete di Stankovianska mentre prima dell’intervallo lungo il più due ligure viene confermato dal secondo squillo di giornata di Cocchiere e dal terzo di Ivanova, il cui rigore interrompe di fatto la lunga serie di marcature a uomini pari.

Bogliasco conserva il doppio vantaggio anche il terzo quarto, frazione in cui è soprattutto Rosa Rogondino a rubare la scena a compagne ed avversarie. La numero 8 levantina esulta in tre occasioni, rendendo praticamente inutili le altrettante reti realizzate dall’Ancona, che tuttavia non demorde. Il gol della solita Ivanova in avvio di quarto tempo rende frizzanti gli ultimi 8 minuti, riportando le locali ad una sola lunghezza dalle ospiti, ma solo per pochi secondi. La repentina zampata di Sonia Criscuolo regala infatti un nuovo margine di sicurezza al Bogliasco che viene difeso con attenzione dalla difesa. Soltanto nell’ultima azione della gara le anconetane riescono nuovamente a violare la porta di Malara. Troppo tardi per sperare di raddrizzare l’incontro ed impedire a Bogliasco di festeggiare la seconda vittoria in questo campionato.

“Oggi era troppo importante vincere – commenta Sinatra – e siamo state brave a farlo, anche se abbiamo sprecato moltissimo. Potevamo chiudere la partita ben prima, evitandoci le sofferenze finali, e invece abbiamo sbagliato tantissimo, soprattutto in attacco. È chiaro che dobbiamo crescere sotto questo punto di vista perché non sempre si possono fare certi regali agli avversari. È su questi aspetti che lavoreremo nei prossimi mesi. Ora infatti ci attendono due gare difficilissime, contro Padova in casa e Roma fuori. Poi ci saranno quasi due mesi di sosta tempo utile per lavorare sulla nostra crescita”.

VELA NUOTO ANCONA-BOGLIASCO 1951 9-10

VELA NUOTO ANCONA: Uccella, Strappato, Ivanova 5, M. Santini, Ferretti, Fiore, Di Martino, Stankovianska 2, S. Santini 1, De Matteis, Altamura 1, Quattrini, Andreoni. All. Pace

BOGLIASCO 1951: Malara, T. Cocchiere 2, Crovetto, Cuzzupe’, Mauceri, G. Millo 3, Santinelli, Rogondino 3, Mori, C. Criscuolo, Whitelegge 1, S. Criscuolo 1, E. Falconi. All. Sinatra

Arbitri: Severo e Ricciotti

Note

Parziali: 2-3 2-3 3-3 2-1 Superiorità numeriche dopo il quarto tempo: Ancona 1/9 + un rigore realizzato e Bogliasco 1/8. Uscite per limite di falli nel terzo tempo Cuzzupè (B) e nel quarto Millo (B). In porta nell’Ancona inizia la n 13 Andreoni. Spettatori 100 circa

 

Bogliasco 1951

Print Friendly, PDF & Email