A1 M – Chiusura di mercato per l’An Brescia

Con l’innesto di Antonio Buha, prende definitivamente forma l’An Brescia che, da martedì 20 agosto, inizierà la preparazione della nuova annata. Classe 1995, Buha arriva dal Vouliagmeni, club vice campione di Grecia, ma le sue origini sono croate, spalatine per la precisione; difensore di scuola Posk (con trascorsi anche al Mladost), l’ultimo acquisto di casa An non disdegna la via del gol e, alle ultime Universiadi, è stato tra i migliori realizzatori della Croazia.

L’approdo (con contratto di un anno) sotto il Cidneo di Buha, sancisce il nuovo corso dell’An Brescia,cominciato con tre innesti importanti: la pianificazione della stagione 2019-2020 ha puntato sul ringiovanimento della rosa e, volendo abbassare l’età media, ma non la qualità, ecco gli arrivi di Jacopo Alesiani (classe 1996), Dimitrios Nikolaidis (classe 1999) e Giacomo Cannella (1997).

Ma la campagna acquisti biancazzurra non è stata solo all’insegna della linea verde: per dare nuova linfa al proprio progetto di crescita, l’An ha scelto Nicolò Figari (classe 1988) come nuovo perno del reparto arretrato. Neo campione del mondo insieme a Marco Del Lungo, Figari è pronto a dare un sostanzioso contributo alla causa bresciana, ovviamente senza dimenticare che la prossima stagione sarà quella che porta alle Olimpiadi di Tokyo.

Alesiani, già nel giro della nazionale maggiore, è fresco della medaglia d’oro alle recenti Universiadi; savonese di nascita e di scuola pallanuotistica, Alesiani arriva dopo un anno con lo Sport Management come prestito dalla Pro Recco; centrovasca con un grande spirito di sacrificio, vestirà la calottina biancazzurra per due anni.

Nikolaidis, centroboa promessa della pallanuoto greca, arriva (in prestito) dall’Olympiacos e, anche lui, per due stagioni sarà dell’An.

Canella, pure lui oro alle Universiadi napoletane, giunge dalla Lazio, pure luicon un accordo biennale. Il giovane romano è chiamato a dare sempre più concretezza al suo talento di attaccante.

Difensore più che consolidato, Figari (già oro a Shanghai 2011) è ormai una delle figure di riferimento della pallanuoto tricolore e arriva a Brescia (con accordo annuale) dopo ben undici stagioni consecutive a Recco.

Dunque, per la nuova An, cinque acquisti e sei conferme (oltre al già citato Del Lungo, saranno ancora agli ordini di Sandro Bovo, i fratelli Christian e Nicholas Presciutti, Stefano Guerrato, Alessandro Nora e Zeno Bertoli), più alcune forze del vivaio, a partire dal nazionale Under 17, Tommaso Gianazza, per far maturare nel migliore dei modi una base che si vuole sempre più solida e all’altezza della situazione; tra le normali esigenze di rodaggio e le assenze di Nicholas Presciutti e Guerrato (entrambi alle prese con il recupero dagli interventi alla spalla infortunata), per tutto il gruppo, i primi tempi potranno rivelarsi parecchio delicati, ma il lavoro duro e le difficoltà non spaventano le calottine bresciane.

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email