A1 M – Goleada della Pallanuoto BPM Sport Management contro la Carpisa Yamamay Acquachiara: i commenti

sp-management

Commento SP Management

Quarta vittoria consecutiva in campionato per i Mastini che battono la squadra napoletana 20-11 (5-3, 5-2, 5-3, 5-3). Gu Baldineti: "Risultato mai in discussione, ma dobbiamo subire meno gol"

Antonio Petkovic (Photo Credit – Brunorosafoto 2017)
 

Busto Arsizio, 04.02.17 – Buona la prima… di ritorno per la BPM Sport Management. Il sette di Gu Baldineti mantiene l'imbattibilità alle Piscine Manara battendo la Carpisa Yamamay Acquachiara per 20-11 (5-3, 5-2, 5-3, 5-3). Con i tre punti di oggi, i Mastini mantengono la terza posizione a quota 34, a sole tre lunghezze dal Brescia che in settimana ha recuperato la partita in meno andando a vincere 14-6 a Siracusa contro l'Ortigia. Scatenati oggi Petkovic e Razzi, autori rispettivamente di cinque e quattro reti.   

Pioggia di gol già nel primo tempo. Protagonista soprattutto Antonio Petkovic, autore di una tripletta, ma anche Stefano Luongo (superiorità) e Giacomo Bini si mettono in evidenza con una rete ciascuno. Gli ospiti non stanno a guardare e rimangono in partita grazie alle reti di Krapic (superiorità), Kupic (superiorità) e Tozzi. Nel secondo quarto i Mastini aumentano il divario. Nei primi cinque minuti botta e risposta tra le due squadre: ai gol di Blary e Jelaca (entrambi in superiorità) per i padroni di casa, rispondono per l'Acquachiara Krapic e Steardo, anche questi a uomo in più. Negli ultimi tre minuti, però, i Mastini allungano con Valentino, Razzi (superiorità) e Petkovic. Al cambio vasca gli ospiti provano a reagire e dopo appena un minuto accorciano con Steardo. La BPM SM risponde con un gran gol di Gitto, ma è ancora l'Acquachiara ad andare a segno, questa volta con Lanzoni e Krapic (superiorità). Nella seconda parte del terzo tempo, però, si scatena il capitano Andrea Razzi con una straordinaria tripletta: a 3:06 dalla sirena sigla il primo gol (a uomo in più) e, dopo la marcatura di Petkovic, negli ultimi ottanta secondi segna le altre due reti portando la sua squadra a + 7. Per la BPM Sport Management sono cinque le reti anche nell'ultimo quarto. Questa volta è Gallo a mettere a segno la tripletta, mentre le altre marcature portano la firma di Luongo (uomo in più) e Deserti. Solo tre le reti complessive per l'Acquachiara (Ciardi e doppietta Lapenna), soprattutto grazie a tre ottime parate di Fabio Viola, subentrato a Lazovic a metà gara.  

Così Gu Baldineti a fine match: "E' stata una partita strana per via delle troppe espulsioni subite, alcune delle quali a mio avviso dubbie. Quanto a noi, la partita non è mai stata in discussione, però avremmo dovuto prendere meno gol. Dico sempre ai ragazzi che anche in questo tipo di partite il livello di concentrazione deve restare alto. Lavoreremo su questo aspetto in settimana".

Dopo due partite casalinghe, sabato prossimo la BPM Sport Management tornerà in trasferta. Più precisamente, nel match valido per la 15ª di A1, i Mastini sfideranno la PN Trieste. Fischio d'inizio alla Bianchi previsto per le 18.

 

Ufficio Stampa Sport Management
Daniele Pernella


Commento Acquachiara

SPORT MANAGEMENT-ACQUACHIARA 20-11 (5-3, 5-2, 5-3, 5-3)

Bpm Sport Management: Lazovic, Gallo 3, Gitto 1, Valentino 1, Blary 1, Petkovic 5, Luongo S. 2, Jelaca 1, Mirarchi, Bini 1, Razzi 4, Deserti 1, Viola. All. Baldineti.

Carpisa Yamamay Acquachiara: Lamoglia, Del Basso, Tozzi 1, Steardo 2, Sanges, Ciardi 1, Barroso, Cupic 1, Lapenna 2, Krapic 3, Confuorto, Lanzoni 1, Cicatiello. All. Brancaccio.

Arbitri: Pinato e Romolini.

Superiorità numeriche: Sport Management 7/11, Acquachiara 5/13.
Note: cambio in porta nella Sport Management Viola prende il posto di Lazovic. Uscito per limite di Gallo (Sport Management) nel quarto tempo.

IL COMUNICATO DELLA CARPISA YAMAMAY ACQUACHIARA

BUSTO – Niente da fare per la Carpisa Yamamay Acquachiara a Busto. Troppo forti i gialloblu di Baldineti per le attuali potenzialità della squadra biancazzurra, tra l'altro priva di Robinson. In formazione il giovane Ciardi, che è riuscito ad andare a bersaglio.

Cronaca. Antonio Petkovic fa valere subito la legge dell'ex. Tre dei cinque gol con i quali la Sport Management stacca l'Acquachiara nel primo tempo (5-3) portano la sua firma. Anche Stefano Luongo, altro ex, entra nello score. Fa bella figura, comunque, la squadra biancazzurra nei primi otto minuti di gioco, nei quali l'Acquachiara va in gol con Krapic e Cupic in superiorità e con il sempre più convincente Tozzi.

Nonostante l'impegno di Lapenna e compagni la forbice tra le due squadre si allarga nella seconda frazione di gioco. La squadra di Baldineti fa valere tutto il suo grande potenziale offensivo, anche Valentino fa il suo dovere da ex. Le squadre vanno al cambio campo con i padroni di casa avanti 10-5.

Roberto Brancaccio, che guida la squadra stasera a Busto per l'assenza di Porzio (impegnato con il Canada nelle qualificazioni mondiali), nell'intervallo più lungo chiede ai suoi uomini soprattutto maggiore attenzione in difesa e nella prima metà del terzo tempo viene accontentato. Sale nettamente di rendimento la Carpisa Yamamay e riduce le distanze (11-8) con Steardo, Lanzoni e Krapic, al suo terzo centro in questa gara. Ma la Sport Management non ha alcuna intenzione di mollare la presa e tramortisce i biancazzurri con altri quattro gol che portano i gialloblu sul +7 (15-8). Petkovic fa pokerissimo, capitan Razzi poker.

La partita praticamente finisce qui. Nel quarto tempo le rispettive difese mollano gli ormeggi e la Sport Management chiude con un +11 (21-10).

 

Mario Corcione

Print Friendly, PDF & Email