A1 M – Trasferta difficile per la PN Trieste

nikola-vukcevic

LA PALLANUOTO TRIESTE AFFRONTA LA CORAZZATA SPORT MANAGEMENT

Dopo il positivo esordio, subito una trasferta difficilissima. Sabato 22 ottobre, nella seconda giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste sarà di scena nella piscina Manara di Busto Arsizio per affrontare la corazzata Sport Management, senza dubbio una delle squadre più attrezzate anche a livello europeo. Si gioca alle ore 18.00.

QUI PALLANUOTO TRIESTE Il limpido successo conquistato sulla Roma Vis Nova davanti al pubblico della “Bruno Bianchi” ha permesso alla squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping di preparare con la giusta dose di fiducia una delle sfide più insidiose di tutto il campionato. La Sport Management infatti vive uno straordinario momento di forma, ha superato di slancio il secondo turno della Champions League e nel posticipo del primo turno ha superato senza affanni l’Acquachiara (3-9 alla “Scandone”). L’impresa che attende il gruppo di Stefano Piccardo è impossibile. O quasi. “Hanno qualità indiscutibili – spiega l’allenatore della Pallanuoto Trieste – giocatori di talento in tutti in reparti, forza fisica, un’organizzazione difensiva invidiabile e grande pericolosità in attacco. Trovare un punto debole a questa squadra non è per nulla facile”. Se l’avversario che si profila all’orizzonte è davvero temibile, la compagine alabardata ha preparato bene la trasferta di Busto Arsizio. Non sono mancati, ma è quasi una costante, gli intoppi. Ray Petronio e capitan Aaron Giorgi sono stati bloccati dall’influenza, mentre Michele Mezzarobba, autore di 4 gol alla Roma Vis Nova, non ha del tutto smaltito la febbre. In ogni caso, la sensazione è che contro lo Sport Management scenderanno in vasca gli stessi tredici che hanno conquistato il prezioso successo dell’esordio. “Abbiamo lavorato forte in questi giorni – spiega ancora Piccardo – quindi siamo un po’ stanchi. Non tutti i ragazzi sono al meglio, ma c’è comunque tanta voglia di affrontare una big come la Sport Management. Per noi si tratta senza dubbio di un test molto probante e da questa partita potremmo capire quanto siamo distanti a livello di intensità fisica da una squadra di così alto livello. Sappiamo che faremo molta fatica nei duelli individuali, dovremo comunque provare a limitare il loro talento. Non dimentichiamoci che nello scorso campionato in casa nostra ci hanno rifilato una severa lezione. In ogni caso, dobbiamo sfruttare queste partite per proseguire il nostro processo di crescita”.

QUI SPORT MANAGEMENT E’ stata la regina del mercato estivo, quando alla corte di Marco “Gu” Baldineti sono arrivati il mancino e il difensore della nazionale Valentino Gallo e Niccolò Gitto (freschi di bronzo alle Olimpiadi di Rio), l’attaccante ex Acquachiara Stefano Luongo e il centroboa francese Romain Blary. Confermatissimi l’altro centroboa Arnaldo Deserti e il nazionale croato Antonio Petkovic, capocannoniere dello scorso campionato. Le prime uscite stagionali della Sport Management parlano chiaro. Nel girone di Coppa Italia due vittorie e una sconfitta (di misura) con l’An Brescia, in Champions League tre successi, compreso quello di prestigio per 10-9 sul campo degli ungheresi dell’Eger, una delle squadre più forti d’Europa. I “mastini” fanno davvero paura e possono contare su una batteria di tiratori davvero invidiabile e soprattutto su una tenuta difensiva impressionante. Nel posticipo della prima giornata di A1, tanto per capirsi, hanno incassato solo 3 gol dall’Acquachiara di Pino Porzio. Merito di un portiere come Dejan Lazovic, tra i migliori di tutta la categoria, e di un marcatore come Gitto, abituato a duellare con i più forti centroboa del mondo. In attacco poi c’è l’imbarazzo della scelta. Petkovic (73), Luongo (58) e Gallo (44) l’anno scorso hanno messo insieme la bellezza di 175 gol in tre. Ai due metri ci penseranno Deserti e Blary a creare gli spazi. “Hanno vinto in casa dell’Eger – spiega ancora Stefano Piccardo – ovvero contro una delle squadre ungheresi più attrezzate in assoluto. Che tipo di partita proveremo a giocare? Dovremo tentare di limitare il loro potenziale offensivo e perdere meno palloni possibile sul loro asfissiante pressing”.

GLI ARBITRI La partita tra Sport Management e Pallanuoto Trieste sarà diretta da Daniele Bianco e Lo Dico, delegato Carannante.

COME SEGUIRE LA PARTITA Come sempre anche nelle gare in trasferta la pagina Facebook della Pallanuoto Trieste (www.facebook.com/pallanuototrieste) dalle ore 18.00 pubblicherà tutti gli aggiornamenti in tempo reale sul match di Busto Arsizio.

LA GIORNATA Il secondo turno, che si giocherà interamente sabato 22 ottobre, presenta molte sfide particolarmente interessanti. L’Ortigia Siracusa ospita il Torino 81 in un confronto già delicato nella corsa alla salvezza, mentre la Roma Vis Nova se la vedrà con il Bogliasco. Il Quinto, prossimo avversario della Pallanuoto Trieste, attende la rinnovata Acquachiara. Il big-match si disputerà a Mompiano, dove l’An Brescia affronterà l’arrembante Posillipo. Pronostico chiuso (o quasi) nel derby ligure tra Rn Savona e Pro Recco, e nella gara della “Scandone” tra la Canottieri Napoli e la Lazio.

LA CLASSIFICA Sono sei le squadre in testa alla classifica dopo le gare della prima giornata. Posillipo 3, Pro Recco 3, Pallanuoto Trieste 3, Canottieri Napoli 3, An Brescia 3, Rn Savona 1, Bogliasco 1, Roma Vis Nova 0, Sc Quinto 0, Torino 81 0, Acquachiara 0, Lazio 0, Ortigia Siracusa 0.

 

 

www.pallanuototrieste.com

Print Friendly, PDF & Email