A1 M – Una grande Acquachiara vince il Derby

acquachiara

CANOTTIERI NAPOLI-ACQUACHIARA 11-13 (2-4, 3-2, 1-4, 5-3)

Canottieri Napoli: Vassallo, Buonocore, Maccioni, Baviera 1, Giorgetti 4 (1 rig.), Borrelli, Dolce 1, Campopiano 1, Gitto M. 1, Velotto 2, Baraldi 1, Esposito, Rossa. All. Zizza

Carpisa Yamamay Acquachiara: Lamoglia, Del Basso 2, Tozzi, Steardo 2, Sanges, Robinson, Barroso 2, Cupic 1, Lapenna F. 1, Krapic 1, Confuorto, Lanzoni 4, Cicatiello. All. Porzio.

Arbitri: Piano e Rovida

Superiorità numeriche: Canottieri 7/18 + 1 rig., Acquachiara 9/12.

Note: nel quarto tempo entra in porta della Canottieri Rossa al posto di Vassallo. Tozzi (A) uscito per limite di falli nel secondo tempo, Robinson (A) nel terzo tempo, Sanges, Cupic, Barroso (A) e Buonocore (C) nel quarto tempo. Gitto (C) espulso per gioco violento nel quarto tempo.

NAPOLI – Prima vittoria dell'era Porzio alla Scandone. Arriva nella gara più attesa, il derby con la Canottieri Napoli. Vittoria meritata, l'Acquachiara ha giocato una gran partita, mentre i giallorossi – pur creando una quantità innumerevole di occasioni da gol – hanno giocato alla loro altezza soltanto a sprazzi. Acquachiara più attenta in difesa e più fredda in fase di conclusione: su tutti Giacomo Lanzoni, top scorer del match con 4 gol.
Cronaca. La Carpisa Yamamay gioca un primo tempo quasi esemplare. Perfetta applicazione degli schemi, determinazione, grande precisione in superiorità permettono alla squadra di Porzio di andare al primo intervallo in vantaggio 4-2. E' proprio l'efficacia con l'uomo in più a fare la differenza nei primi otto minuti di gioco: i biancazzurri vanno tre volte a bersaglio con Del Basso, Krapic e Lapenna, i giallorossi timbrano il cartellino soltanto con Baraldi. Bellissimi i due gol a uomini pari: all'ex Matteo Gitto (gran tiro a pelo d'acqua da sette metri) risponde Lanzoni con una parabola vincente.
Nella seconda frazione la Canottieri Napoli registra la difesa e concede all'Acquachiara soltanto un uomo in più, peraltro trasformato dall'ottimo Del Basso (Giorgetti in questo momento ha già due falli a carico). La Carpisa Yamamay, dal suo canto, non riesce a giocare con la stessa attenzione, perde anche qualche pallone banalmente e concede agli avversari un paio di uomo in più sicuramente evitabili. Nel secondo tempo la Canottieri ne ha a disposizione 5, ma riesce ad andare a bersaglio soltanto in due occasioni anche per… colpa di Lamoglia, bravissimo soprattutto su un gran tiro di Velotto e su Baraldi, al quale respinge il pallone in uscita. Da incorniciare le reti al volo dei due numeri 7 Barroso e Dolce. Punteggio alla fine del secondo tempo: Canottieri 5, Acquachiara 6.
L'ottima reazione della Canottieri Napoli nel secondo parziale lascia presagire un terzo tempo altrettanto equilibrato. E invece il derby si tinge completamente di biancazzurro. Torna a giocare benissimo l'Acquachiara e fa un poker di reti consecutive. Grande protagonista Steardo: è suo l'uno-due con l'uomo in più che stacca nuovamente i giallorossi (5-8). Completano l'opera Lanzoni (controfuga) e Barroso, ancora in superiorità (5-10). Con l'uomo in più, invece, nel terzo tempo la squadra giallorossa fa 0 su 4: Lamoglia e i pali della sua porta sembrano un ostacolo invalicabile, che viene superato soltanto da Giorgetti sugli sviluppi di una doppia superiorità. Il tempo si conclude con l'Acquachiara avanti di 4 lunghezze (6-10).

Nel quarto tempo prevedibile assalto giallorosso alla porta difesa da Lamoglia. La gara, già combattutissima, si accende ancor di più dal punto di vista agonistrico. Matteo Gitto viene espulso per proteste, ma sono tanti i pallini rossi che compaiono sul tabellone dalla parte dell'Acquachiara, che chiuderà il match con 5 uomini usciti per raggiunto numero di falli. Incitata dai suoi tifosi e sostenuta dal suo orgoglio, la Canottieri (con il giovane Rossa tra i pali, molto bravo in un paio di circostante) prova a ricucire lo strappo, ma l'Acquachiara regge grazie anche al suo uomo migliore, Lanzoni, che con altre due reti fa poker e frena il recupero giallorosso. Finisce 11-13: per quello che si è visto in acqua stasera risultato perfetto.

Soddisfatto a fine gara Pino Porzio: "Sono veramente contento della partita disputata dai miei ragazzi. Nel derby hanno mostrato contemporaneamente grande determinazione e grande lucidità e si sono aggiudicati meritatamente i tre punti in una gara che li ha visti sempre avanti nel punteggio. Ho visto una squadra attenta in difesa e cinica sotto porta, ottime anche le percentuali con l'uomo in più e in inferiorità, considerato anche che la Canottieri ha avuto a disposizione ben 18 situazioni con luomo in più. La squadra sta crescendo di partita in partita e anche la classifica è soddisfacente: nelle prime quattro giornate abbiamo affrontato le prime classificate della scorsa stagione trranne il Recco: c'era davvero il rischio di rimanere a quota zero, e invece…".

 

Mario Corcione
Acquachiara

Print Friendly, PDF & Email