A2 F – F&D, chiude il girone d’andata con una prestigiosa vittoria a Siracusa

F&D-2

F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa: Chiusura del girone d'andata con una prestigiosa vittoria a Siracusa

C.C. Ortigia – F&D Fortitudo Nuoto Domus Pinsa  4 – 5 (2-1, 1-2, 0-1, 1-1)

C.C. Ortigia: Ignaccolo, Mascari, Cassone 1, Bucisca, Sparacio 1, Gallo, Varfi, Rella 1, Amato, Comitini 1, Avola, Natale. All. Valentina Ayale.

F&D H2O: Minopoli, Staffulani, De Marchis, Zenobi, Rosini 1, Clementi 1, Passaretta, Ercoli 1, Antonacci C., Bagaglini 1, Mordacchini 1. All. Danilo Di Zazzo.

Arbitro: Nando Sorbello di Acireale
Note:  Superiorità numeriche Ortigia 2/5, F&D H2O 0/4.

Stratosferica Fortitudo Nuoto nell'ultima giornata del girone di andata. La squadra di mister Di Zazzo va a cogliere una importantissima vittoria in terra siciliana aggiudicandosi tre preziosissimi punti che le consentono di chiudere al terzo posto in classifica il girone di andata della sua prima esperienza in serie A2.

"Siamo assolutamente soddisfatti e contenti di quello che stanno facendo le ragazze – ci tiene a commentare il presidente Francesco Perillo – il bilancio di questo girone d'andata è assolutamente positivo. Abbiamo fatto 15 punti, che spesso sono sufficienti per la quota salvezza, nostro obbiettivo di inizio stagione. Averli fatti in un solo girone non fa che avvalorare e confermare le nostre scelte. Quelle di puntare, con calma, sul nostro settore giovanile e far sì che le nostre ragazze siano le protagoniste indiscusse della nostra squadra. Il lavoro procede spedito e i risultati lo confermano. Un grande "bravo" se lo merita mister Di Zazzo che sta lavorando sodo per raggiungere ciò che ci siamo prefissati".

Pensiero che è condiviso dal tecnico veliterno che però ci tiene a mantenere la calma: "Non ci montiamo la testa – è la frase con la quale esordisce – stiamo facendo bene, anzi, oggi direi che abbiamo fatto benissimo, ma bisogna rimanere con piedi a terra. Le ragazze stanno crescendo. Vedo le risposte che aspettavo. La partita di oggi è stata molto dura, ma tutte hanno fatto davvero bene, con un paio di loro, la solita Minopoli e Clementi, che hanno dato quel qualcosa in più. Abbiamo interpretato la gara così come l'avevano preparata e questo ci ha permesso di raggiungere un bel risultato. Oggi godiamoci il momento, ma senza dimenticare che abbiamo tutto un girone di ritorno da giocare".

F&D-1

La cronaca della gara. La prima frazione di gioco è di leggero appannaggio delle padroni di casa che sbloccano con il gol in superiorità numerica del capitano biancoverde Anna Cassone. F&D trova il pareggio con Rosini ma, a 45’’ dal termine, Agnese Rella sfrutta la superiorità numerica per portare la sua squadra in vantaggio di una rete al riposo del primo parziale. Nel secondo quarto l'andamento si inverte, e grazie allo stesso identico punteggio del primo tempo, 2-1, ma questa volte in favore delle ragazze laziali, il risultato si assesta sul 3 – 3 che porta le due squadre al riposo lungo. Vanno in rete in sequenza: Ercoli per le ospiti, Sparacio per l'Ortigia e Mordacchini ancora per il Velletri. Il terzo tempo è un continuo batti e ribatti. Entrambe le squadre cercano di mettere la zampata vincete. Ma mentre l'Ortigia si arresta spesso sulle mani dell'estremo difensore e capitano delle ospiti Linda Minopoli, la Fortitudo Nuoto riesce a siglare il primo vantaggio della gara con la rete della sempre importante è sempre più costante Michela Bagaglini. 3 – 4 alla ripresa dell'ultimo parziale che non tradisce le attese e ed è denso di emozioni. Le ragazze di Valentina Ayale riescono a impattare nuovamente con Arianna Comitini.  Beatrice Clementi non ci sta e con una splendida conclusione da posizione 2 riporta in vantaggio, che sarà poi l'ultimo, la F&D. Mancano ancora più di 3 minuti da giocare e le ospiti mettono in acqua tutta la loro grinta e sagacia tattica per mantenere il risultato. L'Ortigia spreca una superiorità numerica. Il tempo scorre e a 1'30" dalla fine il Velletri ha la superiorità per chiudere la contesa. Ma mister Di Zazzo, con una mossa tattica importante, ordina alle sue di non concludere a rete e di far scorrere il tempo. La mossa funziona in parte in quanto sul capovolgimento di fronte De Marchis si fa beccare in un fallo grave e la Ayale chiama il time out per organizzare la superiorità numerica che potrebbe significare il pareggio. Ma la difesa laziale non si scompone e con grande caparbietà riesce a difendere ancora la propria porta e a gioire definitivamente per la vittoria. Contrariamente ai commenti positivi dei responsabili del team F&D, il tecnico dell'Ortigia Valentina Ayale è molto dura con le sue ragazze a fine gara:
"Quella di oggi è stata una brutta prestazione. Ho visto la squadra eccessivamente affaticata e con poco mordente. Dobbiamo ritrovare in fretta la giusta mentalità e condizione perché abbiamo già perso troppi punti e non possiamo più rischiare di perderne altri e rimanere impantanate nella zona bassa della classifica".
Classifica che invece sorride alla squadra targata Domus Pinsa. Oggi i 15 punti garantiscono il terzo posto in coabitazione con il Volturno e con il Raging Roma, anch'esse entrambe vittoriose rispettivamente sul Cosernuoto e sul 3T. Il sogno di vedere la squadra veliterna alla stessa altezza a fine campionato non è un sogno proibito. Basta continuare a lavorare sodo e a credere in ciò che si sta facendo.

Print Friendly, PDF & Email