A2 F – La Locatelli sfiora il colpaccio a Verona

CSS Verona – U.S.Luca Locatelli Genova 10-9 ( 1-0; 3-2; 1-4; 5-3 )

Css Verona: C. Mattioni, Castagnini, Benvegnù, Russo 1, Borg 3, Peroni,  Braga 4, Carli, Nicolis, Prandini 1 , Carotenuto 1, S. Mattioni, Zingaropoli. All. Zaccaria

Locatelli Genova: Benvenuto, Figari 2, Donato, Tedesco 2, Gamberini, Ravenna, Adamo, Nucifora 1, Mori 3, Valsecchi 1, Ciccione, Isetta. Allenatore: Stefano Carbone

Arbitro: Doro
Superiorità numeriche: CSS Verona 3 su 13 più 2 rigori trasformati; U.S.Luca Locatelli Genova: 4 su 7 più un rigore trasformato

Solo sfiorata la grande impresa dalle lontre a Verona, la Locatelli soffre un avvio di gara pessimo e iper penalizzante in termini di falli gravi, resiste grazie alla grande gara delle cosiddette “seconde linee” poi rientra nel match facendo sognare il drappello di sostenitori al seguito e permettendosi il lusso di rifilare un 1-5 fra fine secondo tempo e terzo tempo alla vicecapolista va all’ultimo riposo in vantaggio. Poi il veemente ritorno scaligero e qualche leggerezza di troppo in difesa nella quarta frazione portano al controsorpasso che consegna tre punti fondamentali per la lotta al vertice di Verona, ma che nulla toglie ad una prestazione di assoluto rilievo per le ragazze di Stefano Carbone che si apprestano ad affrontare con la giusta fiducia nei propri mezzi il finale di stagione.

Nel primo tempo una difesa impeccabile sventa cinque superiorità numeriche non tutte lampanti, ma capitola su una incomprensione della difesa che, con Benvenuto in uscita, consente a Prandini di riprendere palla e depositare in rete a porta vuota, e l’inizio choccante continua nella seconda frazione nella quale si arriva a otto penalità contrarie e varie giocatrici costrette a ruotare per due falli a carico, mentre due leggerezze difensive consentono a Borg di segnare una doppietta, inframmezzata dalla rete di Rosso in superiorità e dalla staffilata ancora in superiorità di Marta Valsecchi che sul 3-0 prova a svegliare le sue compagne.In questo momento la Locatelli sta giocando con molte giovani in acqua dove restano solo due o tre del sette base ad alternarsi, ma è proprio la “classe” operaia di Adamo, Ciccione (che alla fine disputerà la sua miglior gara in A2) e delle under 15 Donato ed Isetta che tiene viva la squadra che resiste e a fine tempo prova a reagire con la “sciarpa” di Silvia Figari dal centro. Si va al riposo di metà gara sul 4-2, ma nel terzo tempo il ciclone biancorossoblu si abbatte sulla CSS Verona che dopo avere sprecato l’ottava superiorità su nove per una espulsione immeritata di Valsecchi (come con onestà il direttore di gara riconoscerà a fine match) subisce il gol di Tedesco e poi il pareggio di Mori al termine di una ottima superiorità numerica. La temuta Braga fino a questo momento annullata con bravura dalla retrovia genovese a questo punto si riprende il suo ruolo di protagonista ed insacca il 5-4,ma il finale di tempo è un monologo genovese, e una gigantesca Emanuela Mori prima conquista e trasforma una superiorità, poi, nell’ultima azione del periodo guadagna un netto rigore che Figari colloca di precisione alle spalle dell’incolpevole ed ottima Mattioni.

Nella quarta frazione però si rivede il miglior Verona, con Braga che insacca un netto rigore procurato da Prandini su Ciccione, poi Borg sigla il sorpasso.Le lontre reagiscono e pareggiano subito con la botta di Nucifora, poi un errore di piazzamento in inferiorità offre a Carotenuto una palla d’oro che l’esperta giocatrice trasforma senza problemi, ma ancora Mori in azione fotocopia di quella del terzo tempo porta al pareggio la Locatelli, che però viene tramortita dalla doppietta di Braga (uomo in più e rigore), e non basta la rete splendida di jamila Tedesco ad oltre tre minuti dal termine perchè una grande difesa delle gialloblu rintuzza gli attacchi delle genovesi che perdono l’ultima possibilità con un tiro troppo forzato di Figari che non si avvede di una Tedesco meglio piazzata.

Le ragazze di Carbone non conseguono punti, ma escono fra gli applausi, e con qualche indicazione importante sul livello raggiunto che deve dare fiducia per il finale di stagione.

Commento del tecnico della Locatelli Genova, Stefano Carbone: “Mi spiace molto che le ragazze non abbiano ottenuto almeno un punto che avrebbero anche meritato per quanto fatto dal 3-0 in avanti, ma devo anche dire che non puoi regalare un tempo e mezzo di gioco ad una squadra come il Verona. Fino al 3-0 ci siamo mosse pochissimo rendendo molto facile la difesa per le nostre avversarie. Abbiamo fatto un riscaldamento totalmente inadeguato, a mio avviso, ma quando siamo andate “in temperatura” abbiamo dato una bella dimostrazione di bravura, ed anche l’arbitro ha iniziato a premiare il nostro movimento, cosa che se stai fermo non puoi certo pretendere. Giocando come dopo il 3-0 siamo a mio avviso fra le cinque migliori squadre del girone, siamo in crescita netta rispetto ad inizio stagione, ed ora, in queste ultime gare è il momento di dimostrarlo, magari senza quelle “pausette mentali” in fase difensiva che ho visto anche in ultima frazione, e che ci sono costate oggi la partita.”

 

U. S. Luca Locatelli Genova

Print Friendly, PDF & Email