A2 M – Cus Unime domani a Napoli per trovare la seconda vittoria in trasferta

Sesta giornata di Serie A2 per il Cus Unime, impegnato domani a Santa Maria Capua Vetere (inizio dell’incontro alle ore 17.00) contro l’Acquachiara ATI 2000. Prima trasferta del 2019 per la compagine universitaria che fa visita ad una società di grande storia e prestigio, appena retrocessa dalla massima serie ed in fase di ricostruzione.

Attualmente i campani si trovano poco dopo i cuscini a quota 7 punti, risultato di due vittorie (nelle prime due giornate con i fanalini di cosa Crotone e Muri Antichi) un pari (alla quarta di campionato in casa del Pescara) e due sconfitte in casa delle biG Rari Nantes Salerno (alla terza) Telimar Palermo nell’ultimo turno. Manca la vittoria da tanto tempo la squadra napoletana che, certamente, vorrà tornare subito al successo, soprattutto davanti al proprio pubblico. Massima attenzione, dunque, come predica il tecnico gialloblu Sergio Naccari: “La società dei fratelli Porzio è dotata di un ottimo collettivo, composto da giovani di grande valore allenati da un tecnico dalla grande esperienza come Mauro Occhiello. Oltre a buone individualità come Briganti e Pasca, però, la forza di questo gruppo è data da una buonissima organizzazione tattica e dall’atletismo dei suoi giocatori. Noi ci stiamo preparando bene: finalmente ci siamo allenati tutti insieme per tutta la settimana ed abbiamo studiato con attenzione i nostri avversari. Certamente sarà una partita difficile ma abbiamo le carte in regola per portare a casa una vittoria che rappresenterebbe per noi un bel trampolino di lancio per una classifica ancora più importante.

Positivo anche Enrico Giacoppo, certo del valore degli universitari già pronti a rifarsi dopo la sconfitta dell’ultimo turno: “Abbiamo subito la prima sconfitta dopo quasi due anni in casa nostra e questo ci ha lasciato un pò di amarezza a fine partita, anche se ci siamo trovati di fronte una delle prime della classe e, nonostante ciò, siamo usciti a testa alta dall’acqua. In settimana abbiamo trasformato l’amarezza per la sconfitta in motivazione e ci siamo allenati molto bene già da lunedì. L’arrivo di Cesare, oltre a quello di Davide, ha dato un ulteriore spinta di entusiasmo e finalmente possiamo esprimere tutto il nostro potenziale di squadra, già da domani. L’Acquachiara è una squadra giovanissima, composta da tanti ragazzi che vengono dalla A1, quindi dal punto di vista fisico e del ritmo sono sicuramente temibili. In più si sono rinforzati ulteriormente con Briganti e Pasca, due ottimi giocatori. Noi, però, siamo più esperti ed abbiamo più qualità. Sarà una trasferta difficile, anche perchè vincere a Napoli è sempre molto impegnativo, ma la vittoria è nelle nostre corde. Starà a noi essere bravi a portare la gara dalla nostra parte sin da subito imponendo il nostro gioco”.

 

Cus Unime

Print Friendly, PDF & Email