B M – Tuscolano finalmente in A2

RN Palermo 89 – SC Tuscolano by Corefit 8-10
Parziali: 2-5, 3-3, 2-0, 1-2

SC TUSCOLANO: Bisegna, Liolli Fabrizio, Salvatori, Giangiacomo, Mariani, D’Antilio(3), Casciotta(1), Rovetta, Sotgiu, Liolli Fabio(1), Botto(4), Figoli, Liolli R.(1) All. Neroni

RN PALERMO 89: Muratore, Guaresi R.(1), Geloso(2), Tonkovic, Scipianga, Milazzo(2), Fabiano(1), Russo, Guaresi G., Di Maio, Di Patti(2), Seidita, Lo Dico. All. Russo

La difficoltà di scrivere in una giornata come oggi sta nel fatto di dover cercare di sintetizzare una valanga di emozioni e di cose da dire in qualche riga, quando forse ne servirebbero un milione.
Siamo in A2…finalmente è l’avverbio con cui abbiamo giocato dopo la sirena che ci incoronava Campioni…un finalmente che racchiude la difficoltà maggiore di questi due anni vissuti sempre in testa, schiacciati dalla pressione e dalla paura di perdere tutto in un attimo o in una gara sbagliata.
Non è stata sbagliata la partita di ieri all’Olimpica di Palermo dove i Rossoblu di Cinecittà chiudevano la serie senza particolari patemi d’animo, riuscendo a far pesare la grande superiorità tecnica, tattica e fisica nei confronti di un avversario al quale vanno comunque i nostri complimenti.
Permetteteci però oghi di tralasciare gli aspetti pallanotistici del match e di fare una serie di ringraziamenti sentiti cominciando dalla famiglia Appolloni per aver creduto in questo staff arrivando a risultati sportivi mai raggiunti in mezzo secolo di storia, alla Direzione Sportiva di Leonardo Visco ed Antonio Bramato che ci hanno supportato in tutto e per tutta la stagione, a Desiree De Santis che ha preparato fisicamente la squadra facendola arrivare pronta quando contava veramente, ai nostri tifosi che sono stati indiscutibilmente la nostra arma in più  fino ad arrivare ai veri protagonisti di questa impresa… una menzione particolare va a colui che negli anni ha costruito questo capolavoro ovvero Mister Marco Neroni che, nonostante le difficoltà incontrate in questo viaggio e che vi assicuriamo essere state veramente enormi in alcuni momenti, è sempre stato quello che ha tenuto le fila, incoraggiandoci uno ad uno ed esortandoci a non mollare perché la strada era quella giusta e che i risultati sarebbero dovuti venire per forza. Per ultimi i ragazzi tutti, dal primo all’ultimo, che si sono dimostrati oltre che un gruppo di grandi giocatori, un gruppo di veri uomini che si sono rialzati da un’eliminazione devastante lo scorso anno trovando la forza di rinascere…già…proprio come una Fenice…passando e superando mille ostacoli tra cui le malelingue di avversari sempre pronti a cercare riscatto nelle debolezze altrui. Grazie ragazzi per averci dato la gloria ed aver costretto la storia a trovare uno spazio in bella vista anche per noi…Grazie Ragazzi…Avanti Rossoblu!

 

Andrea Oddi

Print Friendly, PDF & Email