C M – La Libertas Roma Eur sale in quota

DEMOLITA LA RESISTENZA DELL’EDE

Ede Nuoto/ Libertas Roma Eur 7-11 ( 2-2) (2-4) (3-2) (0-3)

Petrini,  Scassellati,  Carrer,  Cimini (4), Di Martino, Cipollone (1),  Camposecco,  Procopio (capitano), Todini F. (4), Todini D.(1), Neri, Riviezzo (1), Zocca. All.Sig.Lucchini Luca

Note: nel 4° tempo rigore Libertas Roma Eur Todini F.realizzato; nel  4° tempo ( a due minuti dal termine) rigore Libertas Roma Eur, Todini F. parato ( portiere Ede) .

Com’era prevedibile incontro ostico e spigoloso, la vigilia apparentemente tranquilla ci costringeva però a rispondere alle dirette concorrenti per la promozione, tutte vincenti  anche in campi non agevoli e d’altronde, la tana dell’Ede è pur sempre un ostacolo duro da superare per la Libertas Roma Eur.

Al pronti via, la Libertas sceglie un avvio sonnolento, trova difficoltà a far girare il pallone e il nostro buon Pietro trova un attento marcatore che non gli lascia spazio. Nell’attesa,  l’Ede si impossessa dell’incontro e con due tiri non irresistibili perfora la difesa degli eurini,  un po’ troppo lenti a contrastare il tiratore di turno. Un 2 a 0 senza troppe attenuanti…..qui comincia la gara dei nostri atleti, apre Cimini (che chiuderà la contesa con la rete numero 11) e ribadisce Riviezzo, lesto a smarcarsi quel tanto per agganciare un magico passaggio di Todini Federico e scaraventarlo sul palo opposto con un tiro preciso e imprendibile…..2 a 2 e parità ristabilita.

Secondo tempo di grande sostanza per la Libertas che pur dovendo fronteggiare due espulsioni, si ricompattava intorno alla suo leader di giornata, quel Federico Todini assolutamente decisivo. Un atleta che   quando mette in mostra le sue qualità non solo realizzative (ben 4 se ne conteranno al termine dell’incontro) ma anche caratteriali, imprime all’incontro un segno indelebile. Prende  per mano la squadra e sottraendola alla fisicità degli avversari  la porta in acque sicure. Cipollone con la rete numero tre apre le danze. Da segnalare nel secondo tempo la palombella dell’altro Todini (Daniele) che sorprendeva il portiere avversario con una parabola magica e imprendibile e il gol dello stesso Federico che pur pressato dal suo marcatore,  girava a rete un pallone magico.

Al cambio vasca la Libertas conduce con due reti di vantaggio, ma l’incontro resta in bilico e non bisogna mollare la presa. La squadra paga la fatica del secondo tempo e pur restando sempre in vantaggio non consentendo mai il sorpasso all’Ede, cerca di controllare il match diventato nel frattempo un po’ nervoso.  Il duo Cimini-Todini F. tiene a galla la cara vecchia Libertas….rispondendo con decisione alle reti degli avversari.

Quarto e ultimo tempo…..l’Ede crolla da un punto di vista soprattutto atletico e mentale e, le nostre ripartenze veloci,  consentono alla Libertas di prendere il largo e di chiudere l’incontro in scioltezza. Un deciso applauso per tutti i nostri atleti e per le belle prestazioni fornite fin qui da tutta la rosa che si dimostra sempre di più all’altezza delle aspettative di inizio stagione. Nulla è compiuto ovviamente, il solito refrain ci accompagnerà fino al termine della stagione e cioè, fino a quando non sarà giocato l’ultimo secondo dell’ultimo incontro,  non avremo vinto o conquistato nulla, dobbiamo essere padroni del nostro destino e non aspettarci nulla da nessuno….ora ….in attesa della sosta prevista per la prossima settimana e del recupero salvezza, auguro a tutti , agli arbitri, ai tifosi,  agli sportivi, agli atleti e  ai dirigenti della nostra e delle altre squadre una serena Pasqua.

Per noi, per chi lo vorrà,  ci sarà in programma una bella iniziativa a cura del nostro amico e sostenitore Roberto, per passare insieme una Pasquetta insieme e in allegria…oltre che….culinaria. Squadra de panza…squadra di sostanza…..sempre.

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email