I ragazzi del “Tito Lucrezio Caro” incontrano i campioni dello sport napoletano

Si è tenuta oggi, presso il Liceo Scientifico Statale “Tito Lucrezio Caro”, la conferenza “Campioni dello sport per la scuola: testimonianze di agonismo e valori”, occasione per i ragazzi di ascoltare le esperienze di alcune figure che hanno fatto la storia dello sport napoletano, tra cui Gianni Maddaloni, presidente della Star Judo Club a Scampia, padre di Pino, oro olimpico a Sydney, il capitano della Canottieri Fabrizio Buonocore, il difensore della Canottieri Alessandro Velotto, bronzo a Rio lo scorso anno con la calottina azzurra del Settebello, il presidente Giuseppe Esposito della Studio Senese Cesport, formazione vomerese neopromossa in A2, Sandro Cuomo, tecnico della Nazionale italiana di Spada e oro ad Atlanta 1996, il figlio Valerio, campione del mondo under 20 e il delegato di Napoli per la Federazione Italiana Nuoto, Raffaele De Salsi.

Ad aprire le danze è stata la preside della scuola, Prof.ssa Liana Nunziata, dichiaratasi entusiasta per il confronto dei propri ragazzi con le eccellenze del mondo sportivo, ribadendo quanto sia importante il connubio tra scuola e sport affinché i giovani crescano nella vita e nello sport.

Nelle vesti di moderatore il presidente della Studio Senese Cesport, Giuseppe Esposito, che, dopo aver ringraziato la preside per l’opportunità concessa, ha dato la parola agli olimpionici, che hanno fornito testimonianze diverse, ma tutte stampate negli occhi interessati dei ragazzi della scuola.

In chiusura c’è stato l’intervento dell’Assessore Borriello: “È un piacere partecipare a questa bellissima iniziativa, che vede i campioni della nostra città mettersi al servizio dei ragazzi. Quello tra sport e scuola è un connubio perfetto, che permette ai giovani di crescere apprendendo i veri valori della vita da chi, attraverso l’impegno e il sacrificio, ha fatto dello sport la propria scelta di vita. In quest’ottica, il ruolo delle istituzioni è quello di promuovere queste iniziative per avvicinare i ragazzi allo sport, dando loro la possibilità di avere lo spazio che meritano nel nostro territorio”.

 

 

Cesport Italia

 

Print Friendly, PDF & Email