A1 F – CSS Verona a Rapallo per dimenticare Roma

Le veronesi ritrovano la canadese Alogbo e la portoghese Braga, assenti nell’ultimo turno contro le capitoline

Riscatto: questa sarà la motivazione principale della Css Verona nel prossimo impegno di campionato in casa del Rapallo Pallanuoto, valido per il settimo turno del girone di andata.

La squadra di Giovanni Zaccaria dovrà togliersi di dosso le scorie della brutta sconfitta patita nell’ultima giornata contro la Sis Roma. Una prestazione incolore, figlia di un approccio sbagliato e delle pesanti assenze di Krystina Alogbo e Ines Braga, da cui ne è uscito un brutto stop per il morale delle giocatrici gialloblù.

Il Rapallo, quarto nello scorso campionato, ha finora totalizzato 9 punti, tanti quanti la Css. Le liguri l’hanno spuntata sul Milano, ma hanno pure vinto in maniera sonora contro Bogliasco e Trieste. Le uniche sconfitte sono arrivate contro le tre squadre che l’hanno preceduta nella classifica 2018/19, cioè Catania, Roma e Padova. La Css, che parte sfavorita dal pronostico, dovrà guardarsi bene dall’ungherese Barbara Bujka, attuale capocannoniere del campionato con 17 reti segnate, al pari della milanese Gragnolati.

Alla vigilia a parlare è Adele Esposito, attaccante arrivata quest’anno in Css. La giocatrice napoletana è, assieme a Bartolini, l’attuale top scorer di campionato per la squadra delle Piscine Monte Bianco, con le sue 10 reti messe a segno.

Adele, cosa si può dire che non sia stato già detto sulla sconfitta contro Roma?

«Se n’è parlato abbastanza, è stata una delle nostre partite peggiori per questa stagione. Penso che all’inizio siamo state capaci di creare, ma poi è mancata la reazione quando le cose hanno preso una brutta piega. Dovevamo fare di più, per noi stesse e per il pubblico che non meritava di assistere ad una prestazione simile. Ci è mancato il carattere».

Cos’ha significato giocare senza Alogbo e Braga?

«Per quanto mi riguarda sono state assenze molto sentite. È stato difficile soprattuto iniziare il match, perché Krys e Ines sono fortissime e fondamentali per noi. Ma volevamo ugualmente dimostrare di essere capaci di compensare la loro assenza. Per fortuna con Rapallo torneremo al completo».

Ora Rapallo: è la partita più importante di questa prima parte di stagione?

«È ancora l’inizio del campionato. Sarà un match importante per riscattarci da un risultato che non rispecchia il nostro valore. Vincere darebbe grande prestigio, perdere significherebbe tutto e niente: sarebbe un brutto colpo, ma saremmo comunque tranquille dopo quanto fatto finora».

Intervista integrale sul nostro nuovo sito www.cssverona.it

Serie A1 2019/20, 7a giornata
RAPALLO PALLANUOTO – CSS VERONA
Piscina comunale di Rapallo (Genova), 16/11/2019, ore 18.30

 

Emanuele Pezzo
ufficio stampa Css Verona

Print Friendly, PDF & Email