A1 F – Esame degli esami: la Css Verona ospita il Velletri

Verona gioca per allontanare l’ipotesi playout, Velletri per alimentare le speranze di salvezza

Il campionato sta riacquistando velocità e, domani alle Piscine Monte Bianco (inizio alle ore 13.45), la Css Verona affronterà la F&D H2O Velletri. Il derby gialloblù era visto già ad inizio campionato, per i più attenti addetti ai lavori, come il match cruciale per la salvezza, nonostante sia collocato appena dopo il giro di boa.

Le ragazze di mister Zaccaria arrivano alla grande sfida con sei punti fatti nelle ultime due giornate, un bottino che le pone in situazione di forza contro il club veliterno. L’impresa contro Padova è stata a rischio di venire azzerata sabato alle pendici dell’Etna: l’inizio macchinoso della Css, che ha cercato di fare la partita sebbene in campo nemico, ha fatto dubitare che con Torre del Grifo potesse esserci il lieto fine. La caparbietà veronese e la grande vena di Braga l’hanno fatta spuntare alla Css, che ora ha nove punti di vantaggio sulla prima inseguitrice, proprio Velletri.

La compagine laziale giunge a Verona dopo la sconfitta di Padova, nella quale le campionesse in carica si sono riprese dalla batosta nel derby infliggendo un 16-6 alle ragazze di Di Zazzo. Tuttavia la F&D H2O, dopo i punti sfiorati contro Bogliasco nel turno precedente, è apparsa in crescita e la Css dovrà tornare alla concentrazione mostrata contro il Plebiscito per non andare in difficoltà contro un club che ha ancora alcune chance per trascinarla in zona playout.

Ne abbiamo parlato con Veronica Perna, attaccante pescarese arrivata quest’anno sulle sponde veronesi dell’Adige, autrice di una grande rete nella vittoria di sabato scorso a Catania.

Veronica, quanto è stato importante vincere sabato scorso?

«La partita di sabato ci ha ribadito come questa categoria non permetta distrazioni. Dobbiamo essere sempre sul pezzo e preparate a tutte le eventualità. Ovviamente è stata importantissima, perché i punti guadagnati ci hanno portato a “più nove” dalla penultima e ciò basterebbe per essere fuori dalla zona playout. Dobbiamo rimanere con i piedi per terra però, perché il girone di ritorno è appena cominciato, ma possiamo sorridere per quanto fatto fino ad ora».

E ora Velletri: quali saranno le insidie maggiori per voi?«Le maggiori insidie saremo noi stesse. Zaccaria ci ha insegnato a non guardare in faccia l’avversaria: che sia una straniera o una ragazza della nazionale, dobbiamo fare il nostro gioco e crederci fino alla fine. Dobbiamo entrare concentrate fin da subito, sarà una partita dove si dovrà giocare con la testa, ma anche con il cuore, soprattutto perché giochiamo in casa».

 

Css Verona

Print Friendly, PDF & Email