A1 M – AN Brescia, evitare cali di tensione

Concentrazione a tutta per evitare cali di tensione e continuare a crescere: in casa An Brescia, è questo il clima in vista dell’incontro con l’Ortigia Siracusa, atteso sabato, alle 18, nella piscina di Mompiano, e valido per la diciottesima giornata di A1 maschile. Archiviate le ottime prestazioni con il Ferencvaros e lo Sport Management, la squadra di Sandro Bovo non ha alcuna intenzione di rallentare il passo e, anche per questo motivo, per questa settimana e la prossima, il tecnico biancazzurro ha programmato sedute d’allenamento ad alta intensità in modo da tenere un po’ sulla graticola i propri atleti, tenendo lontano il rischio di distrazioni o rilassamenti poco produttivi. Oltre agli impegni di campionato (dopo l’Ortigia, il 23 febbraio, ci sarà la visita al Quinto e, il 2 marzo, la partita in casa con il Bogliasco), nell’arco dei prossimi venti giorni, l’An è chiamata ad affrontare due appuntamenti di primissima importanza, ossia la sfida di Champions con il Barceloneta (il 27 febbraio, a Mompiano) e le finali di Coppa Italia (dall’8 al 10 marzo, a Bari): insomma, la stagione si fa sempre più incalzante e, in tutto l’ambiente bresciano, nessuno vuole trovarsi impreparato davanti a stress fisici e mentali. A complicare un po’ il quadro, da questa domenica a mercoledì 20, il gruppo non sarà al completo a causa dell’impegno infrasettimanale del Settebello (martedì 19, il match con la Francia, a Marsiglia, per l’Europa Cup-World League, convocati Marco Del Lungo, Nicholas Presciutti e Zeno Bertoli); ma nessuno vuole tergiversare alla ricerca di possibili scusanti, dopodomani è attesa un’Ortigia molto motivata: orfani del bomber di riferimento, Boris Vapenski (l’attaccante serbo si è trasferito in Georgia per ottenere la cittadinanza del paese caucasico e, così, giocare per la nazionale georgiana), Napolitano (sempre nel cuore dei tifosi biancazzurri) e compagni vorranno reagire dopo la sconfitta interna con Savona e vorranno sfruttare il confronto per preparare al meglio la gara di ritorno della semifinale di Euro Cup, contro il Marsiglia (all’andata, 7 a 4 la vittoria dei francesi).

«Contro l’Ortigia – spiega l’estremo difensore bresciano, Del Lungo – vogliamo continuare a giocare bene e a vincere. Non sarà facile, anche se condizionati dalla partenza di una pedina importante come Vapenski, loro hanno ottime qualità e sono in piena corsa per l’Euro Cup; poi, scenderanno in acqua anche per rifarsi del passo falso di sabato scorso. Da parte nostra, l’obiettivo è continuare a migliorare limando gli errori che, soprattutto sotto pressione, ancora emergono. Stiamo effettuando lavori pesanti e, forse, potrà venir fuori un po’ di stanchezza, ma non dev’essere un alibi: la fatica senz’altro c’è ma va di pari passo con il buonumore e un’aria sempre propositiva, condizioni ideali per proseguire il nostro cammino».

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email