A1 M – Bentornata Roma, battuta la C.C. Napoli 15-6

Roma Nuoto – Circolo Canottieri Napoli 15-6 (2-2, 1-0, 6-0, 6-3)

La Roma Nuoto torna a vincere e batte il Circolo Canottieri Napoli 15-6. Primi due tempi soporiferi al Foro Italico, con tanti errori tecnici da una parte e dall’altra. Poi la Roma si scrolla di dosso i fantasmi delle ultime due partite e ingrana la quarta. Il 6-0 di parziale del terzo tempo porta sulla via della capitale 3 punti pesantissimi in ottica salvezza. Nell’ultimo tempo un gol dopo l’altro, fino al 15-6 finale: Roma ha vinto.

La cronaca

Pronti, via e la Canottieri Napoli va in vantaggio con una pregevole beduina di Borrelli, ben servito al centro da Esposito. La Roma attacca a testa bassa, ma presta il fianco al contropiede dello 0-2 ospite. Ci pensa il solito Steven Camilleri a riportare in partita i suoi, con un tiro potente che batte Vassallo. Allo scadere, invece, è Francesco Faraglia a segnare il 2-2 con cui si chiude il primo parziale.

De Robertis fa 3-2 alla prima azione del secondo tempo. Poi la sagra dell’errore: da una parte e dall’altra gli attaccanti sbagliano gol facili davanti la porta. De Michelis stoppa alla grande un rigore a Di Costanzo, poi poco altro da raccontare. All’intervallo lungo Roma avanti 3-2.

Faraglia va ancora a segno per il 4-2 dei capitolini, che cercano una scossa in questo terzo tempo. Il voltaggio giusto ce l’ha sempre De Robertis: 5-2 e doppietta personale per il difensore romano. Camilleri fa centro su rigore e la Roma si scioglie, iniziando finalmente a giocare con più serenità. Lo dimostra la giocata mostruosa di Paskovic, che dribbla un avversario, attira tutta la difesa su di sé e poi serve  a Lapenna un pallone solo da spingere in porta: 7-2. Nel finale di tempo Faraglia segna ancora: 8-2 e tripletta personale per lui. Il 9-2 coincide con la prima gioia nella massima serie per il 2003 Mauro Voncina

Il quarto tempo si apre con la tripletta di De Robertis:10-2, la Canottieri è uscita con la testa dal match. La Roma segna ancora fino al 12-2. Poi i napoletani spezzano l’incantesimo con un gol di Confuorto in superiorità, ma subito dopo lo imita ancora Camilleri, al poker personale. Il 13-4 porta la firma di Halajian, ma Spione ristabilisce le distanze su uomo in più: 14-4. Camilleri fa 15-4 e raccoglie la standing ovation del Neptunes Club U17, a Roma per un common training con i pari età giallorossi. Nel finale c’è tempo per altri due gol della Canottieri: termina 15-6, la Roma Nuoto festeggia il ritorno alla vittoria in grande stile.

Queste le parole del nostro allenatore Roberto Gatto: “Sono molto soddisfatto, era importante vincere ed era importante farlo in questo modo con carattere e intensità. Dobbiamo analizzare comunque i primi due tempi in cui, invece, non siamo andati benissimo. Di solito il terzo tempo lo soffriamo un po’, ma oggi abbiamo fatto benissimo, anche perché peggio dei primi due non si poteva fare. In questo ultimo mese è stato complicato gestire le forze con tante partite e le nazionali. Fare sei partite in un mese è complicato per tutti. Credo che potessimo avere qualcosa in più degli 11 punti attuali, ma rimango soddisfatto della prestazione dei miei. Ora lavoreremo bene durante la pausa, spero con pochi giocatori: vorrebbe dire che tanti sono con le loro nazionali. Senza pensare troppo al derby, che è tra due mesi, anche se non avrei voluto ricominciare a giocare proprio con questa partita, speciale per entrambe le squadre”.

Roma Nuoto: De Michelis, Ciotti, Voncina 1, Faraglia F. 3, Faraglia P., Tartaro, Camilleri 5, Paskovic, Lapenna 1, De Robertis 3, Spione 2, Innocenzi, Maiolatesi. TPV: Roberto Gatto.

Circolo Canottieri Napoli: Altomare, Zizza, Di Costanzo, Martucci, Confuorto 2, Cerchiara, Massa, Patterson, Halajian 2, Mutariello 1, Borrelli 1, Esposito, Vassallo. TPV: Christian Andrè.

Superiorità numeriche: Roma Nuoto 2/5 + 1/1 rigore, C.C. Napoli 1/10 + 0/1 rigore.
Arbitri: Collantoni e Piano.

 

Andrea Esposito

Ufficio stampa Roma Nuoto

Print Friendly, PDF & Email