A1 M – Brutta Roma, Lazio cinica

Ai biancocelesti il derby della capitale

La Roma Nuoto esce sconfitta 7-6 nel derby della capitale.

Partita vera, combattuta e tirata fino al fischio finale. Come era logico attendersi è stata contratta, con tanti gli errori da ambo le parti.
I giallorossi sono apparsi macchinosi e poco fluidi nel gioco in fase d’attacco, soprattutto nella seconda parte di gara. Si è sbagliato tanto in superiorità numerica. A deciderla poteva essere solo un episodio nel finale e così è stato. La Lazio ha avuto il merito di crederci di più e ad 8 secondi dalla fine ha portato a casa l’intera posta in palio, complimenti a loro.
Nessun dramma in casa Roma. Imperativo archiviare subito la sconfitta, analizzarla e rialzarsi più forti di prima. La testa dovrà andare subito alla sfida di sabato prossimo, quando i giallorossisaranno di scena ancora al Foro Italico, contro la Canottieri Napoli. Match che mette in palio punti importanti.
La cronaca. Partenza in favore della Lazio che si porta avanti di due lunghezze ma la Roma risponde subito. Prima segna Vjekoslav Paskovic, con un tiro dalla distanza e poi pareggia il centroboa classe 1999 Matteo Spione con una bella girata dalla sua posizione. Parziale che si chiude in parità, 2-2.
Nel secondo tempo ancora Lazio avanti ma i giallorossi non ci stanno e girano il match in proprio favore. Pari che arriva per mano del montenegrino Paskovic che trasforma un tiro di rigore. Il vantaggio lo realizza invece Spione, bravo a sfruttare un tap in sotto porta. Si va così al cambio campo con la Roma vanti 4-3.
Nel terzo tempo arriva la reazione dei biancocelesti che realizzano due reti consecutive, 5-4. Prima della fine del parziale pari Roma, per mano del centroboa Michele Lapenna che sfrutta alla perfezione una superiorità numerica. Si va così sul 5-5 all’ultimo tempo.
Nel quarto parziale botta e risposta tra le due squadre. Avanti Lazio e pari Roma ancora con Paskovic che trasforma un tiro di rigore. Fatali gli ultimi secondi. Roma in possesso palla, fallo in attacco fischiato e nel capovolgimento di fronte espulsione contro i giallorossi che a 8 secondi dalla fine subiscono il gol che vale la sconfitta.

Le parole del tecnico giallorosso Roberto Gatto: “Peccato. Abbiamo commesso diversi errori ma siamo comunque rimasti in partita fino alla fine. Perdere a meno di 10 secondi dalla fine, dispiace. I ragazzi hanno lottato. Abbiamo sbagliato troppo nelle azioni con l’uomo in più e non siamo riusciti a limitare Cannella come volevamo, solo lui ci ha fatto 4 gol e su 7 complessivi sono davvero troppi. Ora non facciamo drammi, lavoreremo in settimana, analizzeremo gli errori e se lo faremo con il giusto spirito questa sconfitta ci potrà aiutare nel nostro percorso di crescita”.

 

 

Roma Nuoto

 

 

Print Friendly, PDF & Email