A1 M – Con coraggio e attenzione la Roma Nuoto cede a tre secondi dalla fine

La Roma Nuoto perde 9-8 a Busto Arsizio contro la Banco BPM Sport Management.

Segnali di ripresa della squadra giallorossa, che mette in mostra organizzazione di gioco, freschezza atletica e va vicino al risultato importante.

La prestazione dei ragazzi di Roberto Gatto è ottima in fase difensiva dove Francesco De Michelis in formato para tutto, permette ai suoi di rimanere in partita fino alla fine. In attacco icapitolini giocano con attenzione, senza forzare e con gestione del pallone che consente di non esporsi ai micidiali contropiedi degli avversari.

Il match si decide per i Bustocchi, che realizzano il rocambolesco gol della vittoria a 3 secondi dal fischio finale, su una più che dubbia superiorità numerica. Decisione che si va ad aggiungere ad un metro arbitrale che nel finale di gara è cambiato completamente in favore dei padroni di casa.

Ora la testa deve andare obbligatoriamente alla sfida fondamentale di sabato prossimo, quando al Foro Italico arriverà la Nuoto Catania. Siciliani, sconfitti oggi in casa dal Posillipo e fermi a 10 punti in classifica, meno due dai giallorossi. Gara di vitale importanza.

La cronaca. L’equilibrio si rompe con la rete di Drasovic che porta avanti lo Sport Management. Arriva subito il pari Roma, per mano di Vjekoslav Paskovic che in contropiede trafigge con un bel tiro sopra la testa, il connazionale montenegrino Lazovic. Prima della fine del parziale i padroni di casa vanno avanti sul 2-1.
Nel secondo tempo Sport Management avanti 3-1. Accorcia le distanza il bomber maltese Steven Camilleri che trasforma un rigore. Arriva anche il 3-3 e lo realizza Claudio Innocenzi, bravo e fortunato con un tiro a rimbalzo. Accelerazione dei padroni di casa che infilano tre reti consecutive e vanno al riposo lungo avanti 6-3.
Nel terzo parziale la Roma accorcia subito le distanze, con il classe 2001 Francesco Faraglia con un bel un tiro incrociato dal lato sbagliato. Rete dello Sport Management, che vale il 7-4. Accorcia il classe 2000 Michele De Robertis, con un missile dalla distanza, 7-5. Prima della fine del parziale segnano i bustocchi, 8-5.
Nel quarto tempo è ancora De Robertis ad accorciare le distanze, 8-6. Il classe 1999 Matteo Spione segna in contropiede e porta sul 8-7 i giallorossi. Massimo sforzo dei capitolini che arrivano con merito sul pari, grazie a Michele Lapenna che segna in superiorità numerica su assist di Camilleri. Nel finale arrivano tre espulsioni consecutive in favore dello Sport Management e solo all’ultima a tre secondi dalla fine riescono a segnare e vincere l’incontro.

Le parole del tecnico giallorosso: “Oggi vanno fatti i complimenti ai miei ragazzi. Hanno giocato tutti una grande partita, contro un’ottima squadra. Abbiamo dato segnali di ripresa. Oggi forse meritavamo qualcosa in più ma prendiamo il buono di questa gara e andiamo avanti. Stiamo lavorando e continueremo a farlo per crescere e migliorare. Spero che questa prestazione ci dia nuovamente consapevolezza nei nostri mezzi, in vista dei prossimi fondamentali impegni”.

 

Roma Nuoto

Print Friendly, PDF & Email