A1 M – Nuoto Catania: troppi errori

GENOVA QUINTO – NUOTO CATANIA 11-9

DATO: “TROPPI ERRORI E SQUADRA PRIVA DI LUCIDITA’”

Si apre con una sconfitta il 2019 della Nuoto Catania, sconfitto a Genova dal Quinto per 11-9.

Parte bene la squadra di Dato che cerca subito la conclusione con Privitera ma il pallone termina alto sulla traversa. Anche Thomas Lucas cerca la via del gol ma senza esito.  A cinque minuti dal termine del primo parziale la Nuoto Catania trova la rete del vantaggio con Alessio Privitera (0-1).Poco dopo i direttori di gara concedono un rigore ai rossazzurri per fallo di Bielik. I rossazzurri hanno una buona occasione per raddoppiare: batte il capitano Kacar, che va a segno con la freddezza e la precisione che contraddistingue il suo tiro. Quinto 0- Nuoto Catania 2, a poco più di due minuti dalla fine del primo parziale.

Accorcia le distanze il numero 2 del Quinto Paunovic (1-2). Privitera cerca la rete ma il suo tiro viene parato dal portiere biancorosso.Pareggia sul suono della sirena Gitto, il primo tempo si chiude 2-2.

Gara avvincente, com’era prevedibile che fosse. All’inizio del secondo parziale il capitano del Quinto Bittarello trova la rete del 3-2. Pareggia i conti in rovesciata il vice capitano rossazzurro Giorgio Torrisi 3-3.

La Nuoto Catania torna in vantaggio grazie alla rete di Daniel Presciutti 3-4. Poco dopo però viene concesso al Quinto un tiro di rigore per una trattenuta di Scebba, che era stato espulso. Il tiro di Lindhout entra in rete e il Quinto trova così il pari 4-4. E’sempre Lindhout a trovare il gol, portando in avanti la sua squadra, 5-4 a due minuti dalla conclusione del secondo parziale. La rete di Amelio, che porta il Quinto sul 6-4, chiude il secondo parziale.

All’inizio del terzo quarto è Jankovic ad accorciare le distanze trovando la rete del 6-5. Il Quinto si allontana con la rete di Lindhout (7-5).

AlessioPrivitera cerca la conclusione ma la palla va fuori quando mancano due minuti alla fine del terzo tempo.

I padroni di casa trovano il gol in superiorità numerica con Paunovic (8-5), la Nuoto Catania nei secondi finali del terzo parziale accorcia le distanze con capitan Kacar (8-6).

L’ultimo parziale si apre con la rete del biancorossoLindhout, 9-6.A circa cinque minuti dal termine della gara va a segno Matteo Gitto, 10-6. Subito dopo è il gol di Nicola Cuccovillo a portare la Nuoto Catania sul 10-7 a poco più di tre minuti dalla fine del match.

I biancorossi però vanno ancora in rete con Mugnaini, 11-7. Capitan Kacartrova la rete del 11-8 ma è troppo tardi per risollevare le sorti di una gara oramai giunta al termine.  A 11 secondi dalla fine della gara Alessio Privitera trova il gol e porta i rossazzurri sul 11-9.

Finisce così la prima gara del 2019 per la Nuoto Catania che viene sconfitta dal Quinto 11-9. Questo il commento a fine gara del tecnico Peppe Dato: “Troppi errori difficili da commentare. Devo dire con estrema sincerità che le vacanze ci hanno fatto male, e su questo argomento dovrò sicuramente rivedere delle cose. Ho lasciato una squadra e ne ritrovo un’altra, totalmente priva di lucidità. Abbiamo concesso troppo agli avversari e abbiamo commesso degli errori che una squadra di A1 non dovrebbe mai commettere”.

Sabato 12 gennaio alle ore 16.00 alla Scuderi la Nuoto Catania ospiterà il Bogliasco Bene.

QUINTO-NUOTO CATANIA 11-9

IREN GENOVA QUINTO: Pellegrini, Paunovic 2, Vavic, Mugnaini 1, Brambilla, Lindhout 4 (1 rig.), Gavazzi, Bielik, Boero, Bittarello 1, Gitto 2, Amelio 1, Pellerano. All. Luccianti

NUOTO CATANIA: Risticevic, Lucas, Jankovic 1, Buzdovacic, Catania, Russo, Torrisi 1, Scebba, Kacar 3 (1 rig.), Privitera 2, Presciutti 1, Cuccovillo 1. All. Dato

Arbitri: Alfi e PascucciParziali 2-2, 4-2, 2-2, 3-3
Spettatori 500 circa.

 

Nuoto Catania

Print Friendly, PDF & Email