A1 M – PN Trieste si arrende alla CC Napoli

marko_elez

TRIESTE CADE ALLA “SCANDONE”

LA CANOTTIERI NAPOLI SUPERA GLI ALABARDATI (10-7) MA ARRIVANO SEGNALI INCORAGGIANTI

La reazione è arrivata. Ma non è bastato per muovere la classifica. Nella quinta giornata di ritorno del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste è stata sconfitta alla “Scandone” di Napoli dalla Canottieri per 10-7. Un risultato che ovviamente non può rendere felice lo staff tecnico alabardato (è il quinto ko consecutivo). Ma gli alabardati hanno offerto senza dubbio una buona prestazione. “Abbiamo iniziamo male – racconta a fine match l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo – poi siamo rientrati, peccato aver incassato quel parziale nel terzo periodo. Comunque la squadra ha giocato, ha lottato, mostrando evidenti passi avanti. Un buon viatico in vista dei prossimi importanti impegni”.

I ritmi non sono altissimi in avvio, in ogni caso i padroni di casa prendono fin da subito il comando delle operazioni. Nel giro di 2’ la Canottieri segna 3 gol ad uomini pari con Baraldi (doppietta) e Buonocore. Giorgetti arrotonda in superiorità numerica per il 4-0 a 1’40’’ dalla fine del primo periodo. Trieste in attacco spreca un paio di facili occasioni e chiude la frazione sotto di 4 gol e uno 0/3 in superiorità numerica.

Nel secondo periodo in vasca c’è un’altra Pallanuoto Trieste. Gli alabardati attaccano a testa bassa. Elez accorcia su rigore (4-1) e poi insacca il 4-2, Petronio infila il 4-3 e una colomba di Ferreccio vale il 4-4. Tutto in meno di 4’. La gara torna in equilibrio e non si segna più fino agli ultimi 15’’ del tempo. Campopiano in superiorità riporta avanti i partenopei, ma una saetta di Petronio fissa il risultato sul 5-5 di metà gara.

Nel terzo periodo il copione del match cambia di nuovo. Campopiano in superiorità trova il 6-5, poco dopo si ripete per il gol del 7-5 (con due uomini alabardati nel pozzetto). La Canottieri perde il suo elemento di maggior classe Giorgetti per 3 falli, ma subito dopo ecco l’espulsione anche per Petronio. Velotto ne approfitta e scrive 8-5, Elez sigla il primo gol alabardato in superiorità e tenta di ridare fiato alla Pallanuoto Trieste: 8-6 a 8’ dalla fine. Nell’ultimo tempo succede di tutto. Arriva il terzo fallo di Mezzarobba, l’espulsione contemporanea di Rocchi e Baraldi, il rosso per proteste sventolato a mezza panchina ospite (compreso capitan Giorgi). In acqua Maccioni segna il 9-6 e Buonocore con l’uomo in più il 10-6 che a 2’13’’ dalla fine chiude i conti. C’è ancora il tempo per il primo gol in A1 di Turkovic (10-7). La Pallanuoto Trieste torna da Napoli senza punti ma con la consapevolezza di essere di nuovo sulla strada giusta. “Sono contento di come abbiamo giocato – conclude il direttore sportivo Andrea Brazzatti – la Canottieri è quarta in classifica, non è per niente facile fare risultato su questo campo. I ragazzi hanno tirato fuori il carattere e in porta ho rivisto un Paolo Oliva molto attento. Il risultato ci penalizza, ma le note positive sono tante. Presenteremo immediato reclamo per le espulsioni 21.13 contro Petronio, Rocchi e Giorgi”.

Adesso il campionato osserverà una settimana di stop. Sabato 18 marzo alla “Bruno Bianchi” arriverà l’Ortigia Siracusa.

 

CANOTTIERI NAPOLI – PALLANUOTO TRIESTE 10-7 (4-0; 1-5; 3-1; 2-1)

CANOTTIERI NAPOLI: Rossa, Buonocore 2, Maccioni 1, Baviera, Giorgetti 1, Borrelli, Dolce, Campopiano 3, Gitto, Velotto 1, Baraldi 2, Di Martire, Vassallo. All. Zizza

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 2, Ferreccio 1, Giorgi, Giacomini, Di Somma, Rocchi, Turkovic 1, Elez 3, Mezzarobba, Obradovic, Vannella. All. Piccardo

Arbitri: D’Antoni e Riccitelli

NOTE: usciti per limite di falli Giorgetti (C) nel terzo periodo, Mezzarobba (T) nel quarto periodo: espulsi per 21.13 Petronio (T) nel terzo periodo, Baraldi (C), Rocchi (T) e Giorgi (T) nel quarto periodo; superiorità numeriche Canottieri Napoli 7/14, Pallanuoto Trieste 1/8 + 1 rigore; spettatori 100 circa

 

www.pallanuototrieste.com

Print Friendly, PDF & Email