A1 M – Trieste cade alla Bianchi

BRUTTO APPROCCIO E LA LAZIO NON PERDONA (3-7)

BRAZZATTI: “RESTIAMO UNITI E GUARDIAMO AVANTI”

Il girone di andata si chiude con una sconfitta. Nella tredicesima giornata del campionato di serie A1 maschile, la Pallanuoto Trieste è stata battuta alla “Bruno Bianchi” dalla Lazio (3-7 il risultato finale). Gli alabardati hanno sbagliato l’approccio al match e la reazione è arrivata troppo tardi, con gli ospiti che hanno amministrato senza affanno i 4 gol di vantaggio accumulati nella prima parte del match. “Volevamo fare un altro tipo di prestazione – spiega al termine del match il direttore sportivo della Pallanuoto Trieste Andrea Brazzatti – la Lazio ha giocato la sua partita, schietta, e noi non siamo mai riusciti a contrastarli. Dobbiamo restare uniti e continuare a lavorare per conquistare la salvezza, che è il nostro obiettivo stagionale”.

Nel primo periodo la Lazio è bravissima a sfruttare gli errori dei padroni di casa. Daniele Giorgi sblocca la situazione in superiorità numerica (0-1) dopo nemmeno 1’ di gioco, Cannella scrive 0-2 (sempre con l’uomo in più) e Tulli trova lo 0-3 con una conclusione sul primo palo. Vico si conquista un rigore, Correggia salva su Petronio e gli ospiti conservano 3 gol di margine. Che diventano 4 a metà del secondo periodo, grazie ad una micidiale controfuga di Leporale. Al cambio di campo il tabellone luminoso recita 0-4 per la Lazio.

Nel terzo periodo la Pallanuoto Trieste prova a scuotersi. Vico guadagna un altro rigore, Petronio non sbaglia e accorcia sull’1-4. Gli alabardati costruiscono 3 clamorose occasioni per portarsi sul -2, ma la difesa della Lazio in qualche modo si salva. E arriva anche l’1-5 siglato da Vitale in controfuga.

Nell’ultima frazione i capitolini badano soprattutto a controllare l’ampio vantaggio. Ma non disdegnano di scappare in contropiede, come fa Daniele Giorgi che tutto solo batte Oliva per l’1-6 che chiude i conti nonostante i 6’47’’ ancora da giocare. Due belle reti di Mezzarobba addolciscono almeno il passivo (3-6), poi a 56’’ dalla fine un’altra controfuga permette a Di Rocco di siglare il definitivo 3-7.

La Pallanuoto Trieste resta in piena zona play-out, ma è assolutamente vietato mollare. Il campionato osserverà una pausa, il compito degli alabardati adesso è quello di riordinare le idee per affrontare al meglio il girone di ritorno.

 

PALLANUOTO TRIESTE – LAZIO 3-7 (0-3; 0-1; 1-1; 2-2)

PALLANUOTO TRIESTE: Oliva, Podgornik, Petronio 1, Ferreccio, A. Giorgi, Giacomini, Gogov, Turkovic, Vico, Spadoni, Blazevic, Mezzarobba 2, Persegatti. All. Krstovic

LAZIO: Correggia, Tulli 1, Colosimo, Spione, Gianni, Di Rocco 1, D. Giorgi 2, Cannella 2, Leporale, Vitale 1, Maddaluno, Sebastiani, Mariani. All. Sebastianutti

Arbitri: Pascucci e Pinato

NOTE: nessuno uscito per limite di falli; nel primo periodo Correggia (L) ha parato un rigore a Petronio; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 1/4  + 2 rigori, Lazio 4/6; spettatori 500 circa

 

www.pallanuototrieste.com

Print Friendly, PDF & Email