A2 F – Aquatica Torino, la pallanuoto femminile sabauda torna in serie A

La società debutterà domenica 26 gennaio nel suo primo campionato di A2

Dopo oltre quindici anni di assenza, la pallanuoto torinese sarà nuovamente rappresentata in un campionato nazionale di serie A femminile. Il merito è dell’Aquatica Torino, che nell’ultimo week end del giugno scorso ha spiccato il volo dalla B all’A2 e che domenica 26 gennaio debutterà nel campionato cadetto. Le biancoazzurre guidate da coach Rosario Ferrigno giocheranno la prima giornata nella piscina di casa – corso Galileo Ferrraris 290 – a partire dalle 19 contro l’altra neopromossa Rari Nantes Imperia ’57. Affronteranno la sfida con entusiasmo, forti della lunga preparazione affrontata a partire da settembre, con la curiosità di mettersi alla prova su un palcoscenico nuovo per la maggior parte delle giocatrici.

La rosa: un gruppo collaudato con qualche novità
La formazione protagonista della promozione è stata confermata in blocco e rinforzata con pochi innesti, aggiunti per innalzare il livello tecnico e per guidare nella nuova categoria il gruppo “storico”, di età media molto giovane. Tra le novità della squadra c’è Manuela Tamagnone, classe 2000, atleta di punta della nazionale argentina e studentessa di medicina. Con lei sono approdate a Torino Marilena Sessarego e Viola Franci, giunte in prestito rispettivamente da Rapallo e Bogliasco, società di A1. Nel team, infine, è rientrata Elisa Catto, in passato capitano biancoazzurro e tornata “a casa” dopo l’ultima stagione trascorsa in A2 in prestito a Varese.

Tra le atlete con maggior esperienza c’è il portiere Federica Ignaccolo, con importanti trascorsi in A1 a Palermo e all’Aquatica già nello scorso campionato. Un campionato che la società ha affrontato con le ragazze cresciute nel proprio vivaio, che ancora oggi compongono l’ossatura della squadra. Sono il capitano Alessia Fasolo, Federica Panattoni, Anna Orsenigo e Arianna Fava, insieme alle più giovani compagne Elena Caito, Chiara Perron Cabus, Gaia Giacotto, Francesca Paffumi e Emma De March, impegnate anche nei campionati giovanili e ormai parte integrante della prima squadra.

«Saremo una delle formazioni più giovani del campionato – sottolinea la dirigenza dell’Aquatica Torino – abbiamo conquistato la promozione con una rosa praticamente tutta piemontese e “costruita in casa” e anche dopo il salto in A2 non abbiamo cambiato la nostra filosofia, pur inserendo qualche elemento per guidare il gruppo nel nuovo contesto».

Il campionato: una regular season con 18 partite da giocare “a testa alta”
Come detto, l’esordio è in programma domenica 26 gennaio in casa contro la neopromossa Rari Nantes Imperia ’57. La prima sfida in trasferta sarà domenica 2 febbraio sul campo dell’altra neopromossa Florentia Sport Team; quindi, nei successivi incontri di regular season (girone Nord), le piemontesi incontreranno – nell’ordine – Rari Nantes Bologna, 2001 Padova, Promogest (Cagliari), Como Nuoto, Varese Olona Nuoto, US Locatelli (Genova) e AN Brescia. Si scenderà in campo ogni fine settimana eccezion fatta per la domenica di Pasqua. Il girone di andata della regular season si concluderà il 22 marzo, quello di ritorno il 31 maggio. Le prime tre classificate accederanno ai playoff, l’ottava e la nona si giocheranno la salvezza attraverso i playout, la decima sarà retrocessa in serie B. Playoff e playout saranno incrociati con il girone Sud.

«Affronteremo avversarie con maggior esperienza ma lo faremo a testa alta e con la giusta cattiveria agonistica – assicura Rosario Ferrigno, tecnico salernitano alla terza stagione sulla panchina delle torinesi – l’anno scorso il lavoro è stato la chiave per ottenere i risultati e anche negli ultimi mesi le ragazze si sono allenate con intensità e impegno, per crescere ulteriormente a livello individuale e collettivo e per arrivare pronte al debutto. Hanno assorbito bene i maggiori carichi imposti dal salto di categoria e fin dalle prime amichevoli si è vista buona coesione tra il gruppo già presente e le giocatrici giunte durante l’estate».

La preseason: i primi test contro squadre di A2
A proposito di amichevoli, nel primo week end di gennaio l’Aquatica ha partecipato al Memorial Cristiano Sapienza, torneo organizzato dalla Rari Nantes Imperia ’57 che le torinesi hanno concluso con tre vittorie e una sola sconfitta, subita peraltro per mano del Bogliasco, team che milita in A1. Nel corso della manifestazione le biancoazzurre hanno superato Como, Varese e Locatelli, prossime avversarie in campionato. «L’impatto con formazioni abituate a disputare l’A2 è stato molto positivo – commenta lo staff biancoazzurro – le giocatrici più esperte hanno garantito qualità al nostro gioco e le più giovani hanno dato un contributo importante. Adesso le partite inizieranno a contare davvero; l’obiettivo è riuscire a confermare questo rendimento, per vivere al massimo la nostra prima stagione in serie A».

La rosa della squadra
Elena Caito e Federica Ignaccolo (portieri), Emma De March, Federica Panattoni e Chiara Perron Cabus (centrovasca), Alessia Fasolo, Arianna Fava, Gaia Giacotto, Anna Orsenigo, Francesca Paffumi e Marilena Sessarego (difensori), Elisa Catto, Viola Franci e Manuela Tamagnone (attaccanti)

Il saluto di Stefano De March, Presidente dell’Aquatica Torino

Nello scorso settembre la nostra società ha festeggiato i suoi primi quindici anni di attività. Un anniversario importante, caduto all’inizio della stagione che per la prima volta ci vedrà iscritti al campionato nazionale di serie A2 femminile. Fin dalla sua nascita, nel 2004, l’Aquatica è scesa in campo con una squadra femminile di pallanuoto. Inizialmente abbiamo coinvolto giocatrici provenienti da realtà (anche dal glorioso passato) scioltesi poco tempo prima, dando così continuità a un movimento – quello della pallanuoto femminile locale – che sembrava destinato a scomparire. Con il passare del tempo abbiamo lavorato con impegno e passione, per accrescere il nostro settore pallanuotistico “rosa” a livello di numeri e qualità tecnica.

Da molti anni, ormai, le atlete del nostro vivaio partecipano ai campionati giovanili e assicurano continuità alla prima squadra che l’estate scorsa, dopo tante stagioni in serie B, ha conquistato la promozione in A2. Un risultato emozionante e pienamente meritato dalle ragazze, che trascorse le settimane di riposo hanno ripreso la preparazione con grande intensità e determinazione, spinte dal desiderio di migliorare ancora e di ottenere nuove soddisfazioni con la calottina biancoazzurra. Nessuna di loro – comprese le giocatrici che sono entrate nel gruppo durante l’estate – è professionista di pallanuoto. Ma tutte si allenano ugualmente con la massima dedizione, conciliando l’attività agonistica con lo studio o con il lavoro.

Con crescente entusiasmo la nostra squadra si sta avvicinando all’esordio di domenica 26 gennaio, consapevole delle insidie di un campionato come l’A2 ma altrettanto preparata e desiderosa di confrontarsi nella nuova dimensione. Desideriamo rivolgere un ringraziamento particolare a Reale Mutua Torino Castello, che ci accompagnerà in questa avventura condividendo con la nostra realtà valori quali l’attenzione nei confronti del territorio e la passione per lo sport. Un invito, infine, ai nostri tifosi e a tutti gli appassionati torinesi di pallanuoto, affinché ci seguano e contribuiscano a rendere indimenticabile la nostra prima stagione in serie A.

Il saluto di Reale Mutua

La storia recente dell’Aquatica Torino Pallanuoto Femminile assomiglia ad una favola. La scorsa stagione, ai nastri di partenza della serie B, la squadra si presentava fortemente rimaneggiata e con l’obiettivo di una salvezza tranquilla. Dopo mesi e mesi di duri allenamenti, la squadra riesce ad agguantare i playoff ed, inaspettatamente, a vincerli. Ed ecco che il sogno di confrontarsi con l’eccellenza della pallanuoto continua anche quest’anno con la tanto desiderata serie A2.

Noi di Reale Mutua Torino Castello crediamo fermamente nei valori dello sport, in particolar modo dello sport di squadra. Conosciamo gli sforzi quotidiani di queste ragazze, alcune veramente molto giovani, che sacrificano tempo, amicizie e ore di studio in nome del loro sogno. Vogliamo essere al loro fianco ed aiutarle a fare in modo che questo sogno continui.

L’Aquatica Torino, con la partecipazione al Campionato Nazionale di Serie A2, entra di diritto fra le eccellenze cittadine degli sport di squadra. Siamo orgogliosi di affiancare la squadra in questo ambizioso cammino.

 

Aquatica Torino

Print Friendly, PDF & Email