A2 F – Luca Locatelli – Vela Nuoto Ancona 8-10

logo-locatelliU.S.Luca Locatelli Genova – Vela Nuoto Ancona 8-10 (1-3, 1-3, 2-1, 4-3)

U.S.Luca Locatelli Genova: Bacigalupo, Rossi, Puskas 1, Capello, Ricchini 2, Gagliardi 1, Tignonsini 2, Nucifora 2, Antonini, Valsecchi, Fiore, Donato, Giavina. All. Garalti Giorgetti.

Vela Nuoto Ancona: Borghetti, Strappato 1, Quattrini I., Santandrea, Ferretti 1, Di Martino 1, Leone, Scoccia 1, De Matteis 5, Altamura 1, Quattrini E. All. Pace M.

Arbitro : Piano.
U.S.Luca Locatelli Genova : superiorità numeriche 2/7 rigori 1/1;  Vela Nuoto Ancona 4/8 più un rigore realizzato

 

Altri risultati: Florentia – N.C.Milano 9-7; Promogest – Canottieri Milano 9-6; Como Nuoto – Albaronervi 21-5; Varese Olona Nuoto- CSS Verona 8-7

Classifica: Florentia p.24, N.C.Milano, Vela Nuoto Ancona p.18, Como, Promogest Quartu S.Elena, Varese Olona Nuoto p.13, CSS Verona p.10, U.S.Luca Locatelli Genova p.7, Canottieri Milano, Albaronervi p.1

Prossimo turno (domenica 3 aprile) A Verona ore 16,30 CSS Verona – U.S.Luca Locatelli Genova; altri incontri Albaronervi – Varese Olona Nuoto, Canottieri Milano – Florentia, N.C.Milano – Como; anticipo sabato 2 aprile Vela Nuoto Ancona – Promogest

Locatelli in formazione d'emergenza che schiera la bellezza di due under 13 in rosa, Clelia Donato del 2003 ed Irene Rossi del 2005, che con i suoi 10 anni 9 mesi e 2 giorni entra nella storia della società per essere la più giovane giocatrice mai schierata nella rosa della prima squadra. Le assenze di Figari, Giulini e Benvenuto si fanno sentire e parecchio, ma non giustificano l'atteggiamento poco battagliero col quale la Locatelli ha oggi affrontato la partita. Inizio subito in salita quando Bacigalupo si fa trafiggere con grandi responsabilità, sottovalutando il tiro da posizione 4 di De Matteis. La reazione delle genovesi si concretizza con una bella rete della Tignonsini in superiorità numerica, ma l' 1-1 dura lo spazio di un amen perchè dopo l'espulsione di Dorotea Giavina, è De Matteis a siglare sorprendendo sul palo corto l'estremo difensore ligure ancora da posizione 4.

Dopo una velleitaria rovesciata della Valsecchi e ed una espulsione temporanea della stessa Valsecchi non sfruttata dalle marchigiane arriva il gol dell' 1-3 siglato da Strappato da posizione 5 al termine di una controfuga favorita da una palla persa in modo censurabile dalla Giavina. Il secondo parziale dopo un tiro fuori della Nucifora, vede Bacigalupo continuare la sua prestazione di luci e ombre stavolta con un miracolo su tocco sottomisura di De Matteis, ma è solo il prologo per il gol dell' 1-4 di Di Martino, fotocopia dell' 1-3, con la controfuga stavolta "lanciata" da una dormiente Nucifora. Gaia Gagliardi riapre il match col 2-4 siglato con ottimo fendente basso da posizione 4 in superiorità numerica, per l'espulsione della Ferretti. Ma poco dopo l'arbitro Piano (forse il migliore in campo, assieme alla marchigiana De Matteis) concede un giusto rigore contro le genovesi, causato da Alessia Antonini che De Matteis trasforma, ed il calvario della seconda frazione non finisce perchè dopo una conclusione scellerata della Nucifora, su una espulsione "tattica" contro Giulia Fiore che si fa cacciare temporaneamente per evitare guai peggiori, le lontre difendono ancora una volta male e Ferretti sigla il 2-6, il tempo termina con un'altra conclusione priva di senso di Puskas che ad uomo in più dopo quattro finte e con lo specchio della porta completamente coperto forza un tiro e colpisce un braccio.

Il terzo tempo inizia con un'altra sintomatica della giornata no delle lontre. Altamura infatti conqusta la palla al centro e si invola sola verso la porta senza che nessuna giocatrice della Locatelli scali, e buon per le ragazze di Michele Garalti che l'estremo difensore Bacigalupo rimedia alla clamorosa topica delle compagne e che Nucifora in azione personale sigla una bella rete portando il risultato sul 3-6. Poi anche il mister genovese commette un errore grave schiacciando con troppa fretta il pulsante e chiamando il time out vanifica un netto due contro uno portato con bravura da Tignonsini brava a rubare il tempo alla diretta avversaria. Poi botta e risposta fra Strappato (con Bacigalupo ancora non immune da colpe) e la stessa Tignonsini (con tiro da fuori deviato in modo decisivo da un difensore anconitano) e si va all'ultimo riposo sul 4-7. De Matteis fa poker ad inizio tempo, da posizione 5, risponde Agota Puskas, con una splendida entrata che le frutta un rigore che lei stessa trasforma perentoriamente, siamo sul 5-8, ma il break decisivo viene regalato a Milko Pace dalla più quotata delle sue giocatrici, Altamura che castiga in superiorità numerica (causata in modo comunque opportuno dalla Giavina) una difesa genovese decisamente inadeguata nell'occasione, così come nella successiva espulsione contro Gaia Gagliardi che De Matteis (al quinto gol personale) non sbaglia. Sul 5-10 finalmente, quando non c'è più nulla da perdere perchè si è perso tutto, una reazione d'orgoglio delle lontre trascinate da Chiara Ricchini fino a quel momento non trascendentale che realizza due volte dal centro, imitata poi da Nucifora da fuori che realizza l' 8-10. Le genovesi rubano ancora palla a 32" dalla fine ed il tecnico con un time out prova ad organizzare la "mission impossible" che si rivela tale anche perchè la conclusione successiva ancora di Nucifora è tardiva oltre che inadeguata.

In sintesi, è bastata un' Ancona per niente brillante per avere ragione di una Locatelli che oltre ad incappare in una delle giornate peggiori della stagione, deve fare i conti con l'ennesima beffa della sorte visto che alle lungodegenti Figari e Giulini la lista dell'infermeria somma anche Guendalina Benvenuto. Le assenze però non si limitano a chi non è in lista, visto che alcune giocatrici sembrano letteralmente non pervenute in piscina. Il tipico approccio di chi la partita l'ha già ritenuta persa prima di giocarla, mentre oggi le ragazze di Michele Garalti Giorgetti avrebbero potuto regalarsi, complice anche la giornata di scarsa vena delle avversarie, una bellissima sorpresa. Sarà per la prossima partita, a patto di andarsela a giocare in vasca senza alcun patema d'animo.

Commento del tecnico Michele Garalti Giorgetti: " Mi dispiace per la sconfitta perché nonostante le assenze , per quello che ho visto ieri in campo, potevamo avere la possibilità di giocarcela meglio.
Mi dispiace per i primi due tempi dove abbiamo commesso qualche errore di troppo e questo assieme alla non positiva percentuale dell' uomo in più,questa durata tutta la partita,fase nella quale abbiamo cercato soluzioni individuali senza giocare da squadra,non ci ha permesso di recuperare il grande svantaggio iniziale nel prosieguo della partita:infatti nella seconda parte c'è stata una reazione sia nervosa che caratteriale,ma non è logicamente stata sufficiente a recuperare  il risultato.Piangersi addosso non serve a nulla,ora dobbiamo  pensare solo a lavorare e giocare bene, filosofeggiare sulle singole situazioni  non serve a nulla e oggi penso e spero che tutta la squadra se ne sia resa conto definitivamente,ora abbiamo due settimane per preparare bene una partita che possiamo sicuramente andarci a giocare, a patto di farlo senza remore e patemi d'animo."

 

 

U.S.Luca Locatelli Genova
www.locatellipallanuoto.it

Print Friendly, PDF & Email