A2 F – Netto successo per la PN Trieste

SERIE A2 FEMMINILE: MARINA MILITARE BATTUTA (15-7)

Pronostico rispettato e altri tre punti in arrivo. Nella seconda giornata di ritorno della serie A2 femminile (girone Nord) la Pallanuoto Trieste si è imposta per 15-7 sulla Marina Militare di La Spezia. Un successo pesante quello della “Bruno Bianchi” per le orchette, che salgono a quota 18 in classifica e distanziano ulteriormente la zona play-out. “Non siamo partite benissimo – spiega subito dopo la fine del match l’allenatrice Ilaria Colautti – abbiamo un po’ sofferto il gioco della Marina Militare. Poi però ci siamo riprese e abbiamo imposto i nostri ritmi. Una buona prestazione, adesso pensiamo al Verona”.

La liguri, ancora ferme a quota zero punti, iniziano meglio. Dopo 5’ di studio, Michela Pisacane sblocca la situazione con un tiro dalla distanza (0-1), Guadagnin insacca l’1-1, poi Storai in superiorità numerica sigla l’1-2 di fine primo periodo. La Colautti scuote le sue atlete e le orchette iniziano a macinare gioco. Beatrice Cergol trova l’immediato 2-2 in superiorità (su assist di Guadagnin), Jankovic firma il 3-2, Guadagnin si mette in proprio per il gol del 4-2, di nuovo Jankovic (in controfuga) scrive 5-2. Michela Pisacane interrompe il parziale alabardato (5-3), poi capitan Rattelli a 1’’ dalla fine del tempo scaglia in porta il pallone che vale il 6-3 di metà gara.

La Marina Militare si affida quasi esclusivamente alle conclusioni dalla distanza di Michela Pisacane e Storai, proprio la numero 7 in calottina blu sigla il 6-4 dopo 2’ di gioco nel terzo periodo. Ma la Pallanuoto Trieste ha il controllo della situazione: Guadagnin, Lucrezia Cergol e Zadeu firmano il parziale di 3-0 che spinge le orchette sul 9-4, gara (quasi) chiusa. La solita Michela Pisacane prova a tenere a galla le liguri (9-5), poi Russignan in superiorità numerica spedisce alle spalle di Imperatrice il gol del 10-5.

Nel quarto periodo arriva quasi immediato il gol di Storai (10-6), le orchette però non si scompongono e continuano a colpire. Lucrezia Cergol trasforma un rigore procurato dalla sorella Beatrice (11-6), firma il gol dell’11-6, Elisa Ingannamorte colpisce dalla posizione di centroboa con una elegante beduina (13-6), Favero in superiorità mette a referto il gol del 14-6 a 2’ dalla sirena finale. C’è ancora il tempo per la quarta rete personale di Michela Pisacane e per il pregevole “alzo e tiro” di Jankovic, che vale il definitivo 15-7.

 

PALLANUOTO TRIESTE – MARINA MILITARE 15-7 (1-2; 5-1; 4-2; 5-2)

PALLANUOTO TRIESTE: S. Ingannamorte, Zadeu 1, Favero 1, Balestra, Klatowski, L. Cergol 3, B. Cergol 1, E. Ingannamorte 1, Guadagnin 3, Rattelli 1, Jankovic 3, Russignan 1, Krasti. All. I. Colautti

MARINA MILITARE: Imperatrice, Buttà, Ricotta, Santeramo, M. Pisacane 4, Mariano, C. Pisacane, Fioribello, Bonati, Storai 3, Malacalza. All. Bassani

Arbitri: Alessandroni

NOTE: uscita per limite di falli C. Pisacane (M) nel terzo periodo; superiorità numeriche Pallanuoto Trieste 7/10 + 1 rigore, Marina Militare 2/11; spettatori 100 circa

 

 

www.pallanuototrieste.com

Print Friendly, PDF & Email