B M – Il Brescia Waterpolo si presenta

In uno dei luoghi simbolo della Leonessa d’Italia, si è ufficialmente alzato il sipario sul Brescia Waterpolo 2019-2020: nella Sala dei Giudici di Palazzo Loggia – sede dell’Amministrazione cittadina -, è stata presentata la prima squadra del club presieduto da Gianluca Fiorese, con il consigliere comunale delegato allo Sport, Fabrizio Benzoni, a far gli onori di casa. Alla sua sesta stagione nell’ambito della pallanuoto maschile, il BsWp rilancia il massimo impegno in quello che è il principio fondante del club, ovvero fare leva sui giovani, e, con entusiasmo e grinta, il team biancazzurro, senza alcun dramma, ha archiviato l’esito negativo dei playout di A2, disputati lo scorso giugno, ed è pronto a dare battaglia nel girone 2 di serie B; il debutto stagionale sarà sabato 18 gennaio, alle 18, alla piscina di Mompiano, e l’avversario di turno sarà il Plebiscito Padova, altra retrocessa dalla A2 e una delle maggiori favorite per la promozione. Rispetto all’anno passato, l’organico del BsWp presenta numerosi cambiamenti ma invariato rimane l’obiettivo di fondo, ossia garantire le condizioni ideali per la crescita dei giovani, lavorando duramente per allestire una squadra che sia il più possibile competitiva. Alle partenze di Alessandro Balzarini, Tommaso e Matteo Gianazza, Nicola Tononi, Matteo Rivetti – questi quattro entrati nella rosa dell’An Brescia – e Mario Garozzo, sono seguiti gli arrivi dei giovani Nicolò Casanova, Matteo Bombagi, Riccardo Cammarota e Marco Stocco, più i rientranti Alberto Buizza (di nuovo in acqua dopo tre anni di stop), Roberto Maitini, Christian Boccali. A guidare il gruppo, il confermatissimo Aldo Sussarello, tecnico, come sempre, impegnato anche nel settore giovanile. Gli sforzi indirizzati a rendere sempre più solide, e di maggior qualità, le basi della pallanuoto bresciana, rientrano in pieno nel progetto di crescita avviato cinque anni or sono, dall’An Brescia, società a cui il BsWp è legata a doppio filo, sia dal punto di vista della condivisione degli obiettivi, che per quel che riguarda la gestione pratica degli atleti.

«Da quattro anni – queste le parole del consigliere comunale, Benzoni – partecipo alla presentazione della seconda squadra della pallanuoto cittadina ed è sempre un piacere trovarmi a contatto con questa importante realtà. Che l’impegno agonistico sia di serie A2 o di B, conta in modo relativo; il senso del BsWp è far crescere i ragazzi per rendere sempre più forte il movimento pallanuotistico locale, ovviamente pensando soprattutto all’An. Questo traguardo viene centrato con costanza e non si può far altro che rendere merito alla lungimiranza, e alla solidità, della società».

«Per prima cosa – dichiara il presidente Fiorese -, voglio ringraziare il Comune di Brescia, la Società San Filippo e l’Europa Sporting Club per come ci consentono di lavorare mettendoci a disposizione degli impianti che sono tra i migliori in Lombardia. Venendo all’imminente inizio stagionale, la squadra rimane con un’età media decisamente bassa e rinnovata per nove tredicesimi; i margini di crescita sono davvero grandi e, ora, tocca ai ragazzi, in primis i più giovani, dare il meglio per esprimere il proprio potenziale. Non vediamo l’ora di cominciare».

«Pensando al compito di coach Sussarello – dice Alessandro Morandini, vice presidentedell’An -, so bene che ripartire con tante novità nella rosa, è senz’altro difficile, ma, allo stesso tempo, so che la sfida è molto stimolante e sono sicuro che l’impegno e la voglia di fare bene sono ai massimi livelli. I tanti atleti entrati nel giro della prima squadra, danno la misura della qualità del lavoro portato avanti per sviluppare il progetto di crescita di tutta la pallanuoto bresciana. L’obiettivo è sempre quello di far maturare i giovani e sappiamo già che verrà raggiunto. Augurando il meglio a tutto il gruppo della B, voglio ringraziare gli “anziani” della squadra, a partire da capitan Zugni, perché con la loro passione, con la loro disponibilità nonostante gli impegni professionali, sono il riferimento dei giovani, sono l’anima del nostro progetto».

«Complessivamente – interviene il tecnico, Sussarello -, dell’organico della passata stagione, sono rimasti solo cinque elementi ma la situazione fornisce un grande stimolo e, da bresciano, sono ben contento di essere ancora qui ad allenare. Ringrazio i ragazzi per l’atteggiamento che esprimono quotidianamente, per i tanti sacrifici a cui si sottopongono con il giusto spirito, a loro tutti i miei complimenti. Mi pare assurdo che, nel 2020, la serie B cominci a gennaio: forse, in Federazione non si sono resi conto che praticamente tutte le squadre non utilizzano più le vasche scoperte e passare oltre tre mesi senza partite ufficiali, non è il massimo. Comunque, abbiamo fatto tante amichevoli e l’adeguamento alle nuove regole, direi che è a buon punto, siamo pronti a dire la nostra a partire dal debutto con Padova, una delle favorite per il salto di categoria».

«Per me – chiude l’incontro, il capitano, Matteo Zugni -, questo è il venticinquesimo anno di attività, ma la voglia è sempre la stessa. Dopo tanti allenamenti, finalmente si comincia, la squadra ha lavorato tanto ed è solida; tra A2 e B, la differenza è notevole ma l’attenzione e l’impegno dovranno essere sempre al massimo».

 

Ufficio stampa An Brescia – Brescia Waterpolo

Print Friendly, PDF & Email