B M – Liberta Roma Eur-Libertas RN Perugia 7-10

VINCE LA LIBERTAS….PERUGIA

Liberta Roma Eur/ Libertas R.N Perugia 7-10 (1-5) (1-1) (5-2) (0-2)

Libertas Roma Eur: Peluso, Russo, Piccinini, Di Pangrazio (2), Di Martino cap., Cipollone, Cianchetti (1), Cimini (1), Todini (2), Galli, Perciballe (1), Mauro, Petrini. All.Sig.Lucchini Luca

Note: Di Martino (LRE) rigore parato.

L’antefatto…mercoledì in vista della delicata partita del sabato, la Libertas disputa un amichevole….al termine della quale, mister Lucchini lamenta lo scarso impegno e la poca determinazione dei suoi atleti soprattutto nelle fasi d’attacco. E’ bene rammentare che le prestazioni sono sempre figlie dell’impegno e della dedizione che la squadra mette durante gli allenamenti settimanali. Un impegno scarso, corrisponde quasi sempre ad una prestazione sottotono. Eppure il mister aveva avvertito dei pericoli che avremmo potuto trovare lungo il cammino contro una squadra giovane che nuota moltissimo ed ben guidata dal suo tecnico. Una squadra con un buonissimo settore giovanile e rinforzata ulteriormente da innesti del Florentia, insomma non una squadra da sottovalutare. E invece il 6 a 1 a metà del secondo quarto è esattamente la fotografia di quel suicidio collettivo che si voleva evitare. Se potessi usare un termine per descrivere il momento sportivo in quel momento, direi che la parola Annichiliti rende bene l’idea. Da quel momento la Libertas Roma Eur abbozza una reazione che si concretizza con il secondo gol di Di Pangrazio ( l’unica nota positiva della giornata ) che pareggia il parziale nel secondo tempo. Il terzo tempo vede finalmente scendere in vasca gli eurini, mentre gli umbri calano di intensità. Tre superiorità numeriche vengono sfruttate abilmente da Cimini e da Todini che replica consentendo alla Libertas Roma Eur di avvicinare gli umbri nel punteggio. Break interrotto dal Perugia con la rete del 5 a 7, ma la gli eurini sono scatenati e sembrano tornati padroni del loro destino. Cianchetti con una splendida girata dal centro e Perciballe su rigore acciuffano il pareggio. A quel punto era sufficiente attendere la fine del tempo, riordinare le idee e presentarsi carichi per l’ultima frazione, ma un fallo incredibile su una ripartenza con il conseguente fischio arbitrale che riconsegnava la palla ai perugini, consentiva ad un giocatore umbro di servire un suo compagno completamente solo e di infilare l’incolpevole Petrini che nulla poteva sul nuovo vantaggio umbro. Il match in pratica terminava qui, i romani carichi di falli ( Galli e Cimini fuori con tre falli sulle spalle) non riuscivano più ad essere efficaci e incisivi come nella frazione precedente e subivano altre due segnature che chiudevano definitivamente il match, consentendo ai giovanissimi giocatori umbri di portare via l’intera posta e di conquistare la loro prima vittoria della stagione. Inutile recriminare per quello che poteva essere e non è stato, questo era un incontro salvezza e altri ne seguiranno e la Libertas ha il dovere di ragionare stando con i piedi ben piantati per terra. Sarà un campionato duro e la bella prestazione contro la capolista Frosinone è stata azzerata dalla prestazione odierna, i risultati generali ne sono un esempio, dove si vince e si perde di una sola lunghezza. Sabato prossimo Jesina al Passetto ad Ancona.

 

Cimini David

Print Friendly, PDF & Email