Promozione – Vittoria da incorniciare del Latina Nuoto

CAMPIONATO PROMOZIONE LAZIO, GIRONE A

VITTORIA DA INCORNICIARE DEL LATINA NUOTO, OLGIATA KO ALLA OPEN

LATINA NUOTO – Olgiata 20.12  7 – 6 (1-2; 1-0; 3-2; 2-2)

Latina Nuoto: Alessandri, Aiello A., Steri, Di Palma 1, Sperati, Benazzi 1, Zanutel F., Lambiase 1, Gradizzi 4, Davoli M., Serecchia, Onorati, Beltrami. Tpv: Bruno Davoli – Giovanni Borrelli.

Olgiata: Rotti, Di Salvo, Papa, Abrami, Papale, Meddi 1, Nunziante, Manfredi 2, Perri 1, Parissi 2, Franceschini, Minio, Testa. Tpv: Fabio Maggi.

Superiorità: Latina NT 1/9 + 1 rig realizzato da Di Palma; Olgiata 1/5 + 1 rig. sbagliato da Di Salvo (parato da Alessandri nel 1°T). Inizio partita h 16:30.
Arb. Volpini.

Partita di recupero h 20:15 Impianto Monterotondo:

Virtus Flaminio – LATINA NUOTO 12 – 6 (4-2; 2-1; 4-1; 3-2)

Latina Nuoto: Alessandri, Aiello, Steri, _ , _ , Benazzi 2, _ , Lambiase, Gradizzi 2, Davoli M. 1, Borrelli, Serecchia 1, Beltrami. Tpv: Bruno Davoli.

Superiorità: Flaminio 2/2; Latina NT 2/4.
Arb. Ibba.

Bellissimo successo per i ragazzi della Serie D del Latina Nuoto che non hanno deluso le attese nell’ultima di Campionato alla Open di Latina. Una vittoria anche questa come quella contro il CSI Flaminio ottenuta di misura e al cardiopalma con emozioni fino alla fine. Un 7 a 6 tutto da raccontare per gli atleti cari al Presidentissimo Alberico Davoli, che ancora una volta evidenziavano una grinta che in altre occasioni non era bastata da sola, perché non accompagnata da quell’umiltà e forza nell’ aiutarsi gli uni con gli altri. I latinensi non hanno mai mollato e ogni volta che passavano in svantaggio riuscivano a recuperare. Tanto che ad un certo punto erano loro a ribaltare il risultato fra la fine del secondo e l’inizio del terzo tempo. Tantissimi però gli errori sotto porta o nei passaggi più semplici nel gestire situazioni di due contro uno, tre contro due o anche su l’uomo in più che il Latina Nuoto falliva. Tanta era la voglia di volersi affermare che spesso la mancanza di lucidità e precipitazione nel concludere o effettuare un assist facile finiva per complicare anche il giro palla più semplice che si poteva avere per sfruttare i momenti positivi della gara, o nelle situazioni di palese impasse della formazione capitolina. Proprio quest’ultima riusciva poi sul 5 a 3 per i pontini a pareggiare a pochi minuti dalla fine del quarto periodo di gioco, dopo il poker di Paolo Gradizzi ed il gol di Cristiano Benazzi per i locali, ben serviti da Matteo Davoli, Andrea Aiello, Lorenzo Steri e Lorenzo Sperati. A quel punto i ragazzi del binomio tecnico Giovanni Borelli e Bruno Davoli trovavano ancora la forza per riuscire a recuperare palla in difesa e riproporsi in attacco, trovando le reti del 6 a 5 e poi del 7 a 5 su rigore e in superiorità numerica, rispettivamente con Federico Lambiase e Samuele di Palma con il contibuto di Marco Onorati e Federico Zanutel. A 1’30” dalla fine sembrava tutto fatto e invece una distrazione difensiva consentiva all’ Olgiata di rifarsi sotto 7 a 6 e addirittura dopo aver recuperato palla sull’ultimo attacco dei pontini di avere l’opportunità di pareggiare. Bravissimo era però in questo caso il portiere Andrea Beltrami del Latina Nuoto a salvare il risultato per i suoi compagni di squadra, emulando l’altro bravissimo estremo difensore dei locali Giacomo Alessandri, che nel primo tempo aveva parato l’ennesimo penalty di stagione agli ospiti. Quest’ultimo si è distinto in questo girone di Promozione come portiere para rigori; ben 5 i tiri “dal dischetto” neutralizzati da Alessandri. Alla fine gioia e tripudio per i ragazzi e soddisfazione di tutti per una vittoria meritata ma nemmeno il tempo di godersi il successo che immediatamente la squadra si è dovuta vestire di gran carriera e recarsi a Monterotondo per disputare la seconda partita a distanza di poche ore nella stessa giornata di sabato contro il Virtus Flaminio. Si trattava del recupero della quarta giornata di ritorno e con un organico ridotto all’osso e soprattutto con la stanchezza nelle braccia e nelle gambe della partita precedente non c’è stato nulla da fare per latinensi che comunque si sono difesi con onore. 12 a 6 il risultato finale con i gol di Cristiano Benazzi, Matteo Davoli e Federico Serecchia e una doppietta per il centroboa Paolo Gradizzi, capocannoniere di questa squadra.

LE PAROLE DEL TECNICO GIOVANNI BORRELLI

“Quella di sabato pomeriggio alla Piscina Open di Latina è stata una partita vinta con merito perché oggi se c’era una squadra che non meritava di uscire dall’acqua sconfitta era proprio la nostra. Ci siamo complicati non una ma penso 10 volte la vita fallendo delle facili occasioni a tu per tu con il portiere o passaggi decisivi e molto semplici intercettati dai nostri avversari che ci avrebbero aperto la strada ad ulteriori azioni di contropiede, così come delle facili conclusioni anche in superiorità numerica. Per fortuna oggi i ragazzi sono stati bravissimi e inappuntabili nella fase difensiva a uomini pari e con l’uomo in meno e a trovare poi il secondo doppio vantaggio decisivo nel finale del quarto tempo. A quel punto come col CSI Flaminio abbiamo subito un gol evitabilissimo ma poi ci siamo ricompattati mettendo pressione all’ultimo tiro del l’attaccante dell’ Olgiata”.

COMMENTO BRUNO DAVOLI

“Complimenti a questo gruppo per la vittoria ma anche per la seconda partita disputata in serata a Monterotondo con soli 10 elementi a referto compresi i 2 portieri. Due partite a distanza di poche ore contro una squadra come il Virtus Flaminio che ha centrato il terzo posto del girone non per caso. Una parola di elogio va fatta per tutti coloro che sono stati presenti fino all’ultimi due incontri e che hanno dato il massimo per questo campionato con la calotta del Latina Nuoto”.

 

Latina Nuoto

Print Friendly, PDF & Email