A1 F & B M – Il Città di Cosenza chiude la sua stagione con la salvezza – Vittoria per la Cosenza Nuoto in B

A1 Femminile

Catania – Cosenza 9-4 (2-3; 2-0; 2-0; 3-1)

L'Ekipe Orizzonte: Jovetic, Sapienza, Garibotti 2 (1 rig.), Eggens 2, Di Mario 1, Grillo, Palmieri 2, Marletta 2, Santapaola, Aiello, Riccioli, Lombardo, Condorelli. All. Miceli.

Città di Cosenza: Sotireli, Citino, Di Claudio, De Mari, Motta S. 2, Guannan, D'amico, De Cuia 1, Pomeri, Presta 1, Motta R., Garritano, Manna. All. Capanna

Arbitri: Frauenfelder e Gomez F.
Note: D'Amico (C) uscita per limite di falli nel terzo tempo.
Superiorità numeriche: Orizzonte 4/8 + 1 rigore, Città di Cosenza 2/9.

Non riesce l'impresa al Città di Cosenza, uscito sconfitto dal match di Catania con l'Orizzonte. Le etnee hanno fatto valere il loro maggiore tasso tecnico in una partita che avrebbe permesso a Cosenza di strappare il pass per la Final six. Così non è andata, ma a Marzo le calabresi erano penultime e con poche speranze di salvezza, e dopo un filotto incredibile di successi sono riuscite a strappare una meritata permanenza e il settimo posto nella classifica finale. Troppo forti le catanesi, che hanno comunque sofferto nel primo tempo l'intraprendenza di una Cosenza motivata e capace di trovare anche il vantaggio sul 3-2. Poi il blackout delle ospiti consente a Catania di allungare, trovando un 9-4 meritato. Si chiude così la stagione della squadra di Capanna, che dovrà costruire adesso dagli errori di questa annata un team capace di compiere il salto di qualità dopo i recenti positivi campionati. Il tecnico   commenta ma ha qualche rimpianto. "C'è una grande differenza di esperienza che si è vista chiaramente nelle giocate in campo, ma in due tempi è mancata la qualità e alla fine paghi dazio. Più in generale credo che avremmo potuto raggiungere i playoff in questa stagione ma di sicuro questa annata ci servirà per costruire cose buone in futuro. Nella prossima settimana avrò risposte sulle intenzioni della ragazze, ma devo ringraziarle per l'impegno e fare un plauso ad una società che in una annata difficile ha garantito sempre massimo supporto e grande fiducia". 

B Maschile

Cosenza Nuoto – Etna Waterpolo 11-7 (2-2; 3-2; 3-1; 3-2)

Cosenza Nuoto: Guaglianone, Perez 2, Cerchiara, Chiappetta 1, Altomare, Ponte 1, Aloi, Cavalcanti 3, Mascaro 2, Fasanella 1, Manna 1, Greco, Martire. Allenatori: Perez-Bartucci.

Etna: Presenti, Garozzo, Di Giacomo 1, Privitera 1, Forzese 1, Piazza 2, Dammino, Ensarella, Ferlito 1, Riolo, Anfuso, Blundo. 

Arbitro: Antonio Barra.
Note: Spettatori 150 circa. Espulsioni Cosenza 5/11; Etna 2/7.
Usciti per limite falli Ponte e Riolo.

Vittoria pesantissima per il Cosenza Nuoto, che supera in casa la terza forza del campionato. Il risultato di 11-7 testimonia la superiorità degli uomini di Perez, capaci di tenere testa all'Etna Waterpolo nelle prime battute e accelerare nella seconda metà della gara, mostrando un'ottima condizione fisica. Secondo successo di fila quindi per un gruppo che ha giocato da squadra, in cui tutti hanno brillato esprimendo in vasca la voglia di centrare una salvezza sempre più vicina. La cronaca. Ospiti subito in vantaggio e Cosenza che non si scompone, non spreca e si porta sul 2-1. Il primo tempo termina in parità e nel secondo gli uomini di Perez, autore di due reti, vanno due volte in svantaggio, trovando però la forza di reagire e andare al riposo avanti per 5-4. Il terzo tempo è decisivo. I padroni di casa accelerano fino al 7-4, contengono gli ospiti e completano l'opera nell'ultimo periodo di gioco. Ne viene fuori un successo meritato che porta Cosenza a 19 punti avvicinandola molto alla salvezza. A tre partite dal termine non resta che completare l'opera, ma con questa grinta l'obiettivo è un gradino più vicino. 

 

Print Friendly, PDF & Email