A1 M – La Pro Recco batte Salerno 18-0 nel giorno del ritorno a casa

Alle 14.57 del 28 novembre 2020, ecco il gol che tutti i tifosi della Pro Recco aspettavano da oltre dieci anni: lo segna capitan Ivovic ed è l’1-0 che apre la partita di campionato poi vinta sul Salerno per 18-0.La rete che si gonfia, il tabellone che si aggiorna, gli arbitri che tornano al centro del campo: rituali che alla “Antonio Ferro” di Recco mancavano dal 5 giugno 2010, esattamente 3829 giorni dall’ultima partita ufficiale contro il Savona, gara 2 della finale Scudetto. Una eternità.
Nel luogo dove è nato il mito biancoceleste e si è affermato Eraldo Pizzo, c’è chi questo ritorno a casa lo ha voluto più di tutti, il patron Volpi e il presidente Maurizio Felugo, in tribuna insieme a due di quei “sette Re di Recco” che iniziarono l’epopea, Lino Maraschi ed Eugenio Merello.
Le nuvole nere trattengono la pioggia, la gente sul molo si gode il ritrovato spettacolo, il filo che unisce la storia di ieri e di oggi lo tengono i ragazzi di Hernandez – con Echenique all’esordio in campionato – che vanno al cambio campo sul 10-0.
Pro Recco perfetta, trascinata da Di Fulvio – pokerissimo – che non concede nulla al Salerno, con la porta inviolata e ben protetta da Bijac e Negri.
Una giornata di festa che si ricorderà a lungo anche Andrea Nuzzo, genovese, classe 2005: esordio in serie A1 con gol per lui. La ciliegina sulla torta di una giornata difficile da dimenticare.

intervista video al presidente Pietro Figlioli: https://www.youtube.com/watch?v=lE6rreHmZxQ

intervista video a Maurizio Felugo: https://www.youtube.com/watch?v=ZZ0iNA-7rCc

 

Ufficio Stampa Pro Recco

 

Print Friendly, PDF & Email