A2 F – Cosenza grinta e cuore

Brizz Nuoto – Cosenza Pallanuoto 11-12 (3-2; 2-2; 1-4; 5-4)

Brizz Nuoto: Cappello S., Sapienza 2, Italiano 3, Casablanca 1, Arcodiacono 1, Cappello C., Mascari, Buccheri, Vecchio 4, Consoli, Trovato, Marino. Allenatore: Zilleri.

Cosenza pallanuoto: Sena, Citino 4, Malluzzo, Presta, Basile, Ferriero, Morrone 1, Gallo B., Screnci 1, Zaffina, Nisticò 4, Garritano 2, Manna. Allenatore: Fasanella.

Arbitro: Acierno.

Note: Spettatori 200 circa. Espulsioni Brizz 3/9 più un rigore trasformato da Vitaliano. Cosenza 1 su 4 più un rigore trasformato da Garritano. Uscite per limite falli Presta e Screnci.

Una Cosenza dai due volti riesce ad uscire indenne dalla piscina Scuderi di Catania. Un successo fortemente voluto dalle ragazze del tecnico Fasanella, in difficoltà in avvio di gara ma straripanti nel terzo tempo e in un quarto in cui a un minuto dalla fine la gara era sul 9-12 e confusione mista a qualche svista hanno permesso alle brave siciliane di tentare l’impresa. Il tecnico rossoblu registra però i tre punti, le 4 reti a testa di Citino e Nisticò e una reazione che piace, viste le pesanti assenze delle titolatissime Greco e Gallo. La cronaca: Reduce da una settimana che lo ha provato di Sena, in collegiale, e delle già citate giocatrici ferme ai box, Fasanella manda in vasca una formazione inedita che ha l’occasione per passare subito in vantaggio. A trovare il gol invece è la mancina Vecchio, che nel primo tempo ne fa 3 contro i due centri di Cosenza firmati entrambi da una immancabile Citino. Il brutto primo tempo rossoblu è replicato alla ripresa del gioco, che regala alle siciliane un inatteso ma meritato 2-5. Fasanella chiama timeout, scalda le corde vocali e la squadra reagisce piazzando fra secondo e terzo  tempo uno strepitoso parziale di sei reti a uno grazie alle doppiette di Garritano, Citino e Nisticò che ribaltano il risultato. Nel quarto grazie al bis di Nisticò e ai gol di Screnci e Morrone, Cosenza arriva nel finale sul 9-12. Poi tre reti incassate e l’esultanza finale. Bene Cosenza, brave anche alle catanesi, coraggiose, fermate in qualche occasione dalla brava Sena ma calate un po’ nella seconda fase di gara. Con il successo maturato invece le calabresi continuano nella corsa playoff.

 

Cosenza Nuoto

Print Friendly, PDF & Email