A2 M – Copral Muri Antichi corsara, conquista la salvezza

COPRAL MURI ANTICHI FA SUA GARA-2 PLAYOUT

TUSCOLANO-COPRAL MURI ANTICHI 14-16

Il cuore Muri Antichi è noto a tutti, non finisce mai di battere, nemmeno nel momento più difficile. Senza la guida Saro Scorza, con la condizione fisica non al massimo e con un play-off sfumato solo all’ultima partita. Ma la Copral c’è, risponde presente e conquista la meritatissima salvezza in serie A2 al termine di una partita al cardiopalma, soprattutto nelle battute conclusive. Ci sono voluti infatti i calci di rigore per avere la meglio su un Tuscolano mai domo e molto combattivo.

Primo parziale in sostanziale equilibrio, apre Tulli mentre per la Copral segnano Basile e Camilleri su rigore ma non basta perché Tuscolano è avanti. Nel secondo parziale è un batti e ribatti ma è sul 5-4 per i laziali che cambia un po’ l’inerzia della gara: segnano i giovani terribili Belfiore, Marangolo e Longo con in mezzo il rigore sbagliato da Liolli. Nel terzo parziale è Tulli che segna stavolta su rigore, risponde Zovko con i Muri sempre avanti. Il quarto parziale vede il calo della Copral (come accaduto con Acquachiara ma stavolta con epilogo diverso). Camilleri mette dentro dalla distanza il 10-8 ma Tuscolano sembra averne di più. Iula e Botto con l’uomo in più non sbagliano per il pari (10-10). A 30” succede l’incredibile con Tulli lasciato colpevolmente indisturbato davanti a Ruggieri per l’11-10. Muri Antichi ha l’ultimo possesso, con l’uomo in più a soli 3” dalla fine ci pensa Marangolo a mettere dentro l’11-11. Ai rigori Ruggieri para il primo a Tulli, Muri Antichi non ne sbaglia uno nell’ordine con Camilleri, Tringali, Longo, Schilirò e Basile così la festa può partire per una salvezza meritata quanto sofferta.

“Il mio primo pensiero per questa salvezza – dichiara il presidente Luigi Spinnicchia – va a Saro Scorza, il nostro timoniere, che purtroppo nel momento più difficile ha dovuto soffrire da lontano. Abbiamo portato a casa questo risultato grazie al lavoro dello staff tecnico, con in testa Dino Cassone che ha guidato i ragazzi in questi playout, e al prezioso supporto di tutto lo staff dirigenziale. Ringrazio i ragazzi dal primo all’ultimo per il grande impegno che hanno dato per questa squadra con menzione particolare per i nostri atleti più giovani che hanno dimostrato in queste ultime partite qualità e quantità. Esultare per una salvezza dopo essere arrivati come nona squadra su 24 è inusuale. In questa fase playout abbiamo maturato la consapevolezza che impegno e investimenti possono essere vanificati dalla scrittura di formule inadeguate che rischiano di influenzare le nostre scelte future. Comunque alla fine tutto bene quel che finisce bene”.

“La vittoria la dedichiamo indubbiamente a Saro Scorza – ammette Dino Cassone -. Abbiamo giocato al massimo nonostante c’era stanchezza con la condizione che non poteva migliorare in pochi giorni. Abbiamo difeso abbastanza bene anche se alla fine abbiamo dato spazio al loro contropiede. Bene i più giovani ma tutta la squadra ha risposto presente. Anche per i rigori tutti hanno avuto coraggio, dal portiere ai rigoristi, bravi a non sentire la tensione. Complimenti al Tuscolano che ci ha dato tanto filo da torcere, partire con i favori del pronostico non è facile e loro hanno fatto di tutto per metterci in difficoltà. Forse è più bello vincere così, soffrendo fino alla fine, ma salvarsi sul 2-0 è una grande soddisfazione perchè l’abbiamo voluto tutti”.

SC TUSCOLANO PALLANUOTO-COPRAL MURI ANTICHI 14-16

SC TUSCOLANO PALLANUOTO: V. Correggia, A. Tulli 3, M. Salvatori 1, M. Graziosi, F. Zangari, G. Serio 1, L. De Santis 1, R. Rovetta, M. Iula 2, F. Liolli, S. Botto 2, C. Taraddei, J. Gambin 1. All. Neroni.

COPRAL MURI ANTICHI: P. Ruggieri, A. Schilirò, V. Nicolosi, D. Zovko 1, G. Polifemo, M. Marangolo 2, S. Camilleri 2, A. Tringali, I. Castagna, V. Belfiore 2, L. Muscuso, F. Basile 2, S. Longo 2. All. Cassone/Consoli.

Arbitri: Doro e Gomez.

Note. Parziali: 3-2, 2-5, 2-2, 4-2. A 4.58 del secondo tempo Liolli (T) fallisce un rigore (palo). Nessuno uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: T 3/6 + 2 rigori, MA 5/9 + 1 rigore. Ammonito il tecnico Neroni (T).

 

Ufficio Stampa Copral Muri Antichi Catania
Davide Caltabiano

Print Friendly, PDF & Email