A2 M – La DMG Nuoto Catania vince ai rigori contro la Roma Vis Nova

I rossazzurri lottano con le unghie e con i denti riuscendo, dopo un pareggio 8-8, a vincere ai rigori 9-11 contro la Roma Vis Nova.
Le due formazioni si ritroveranno l’una davanti all’altra sabato 12 giugno alle 17.00 alla Scuderi per gara 3.
Partita bloccata nei minuti iniziali, a sbloccarla di pensa Rotondo dopo quattro minuti di gioco 0-1, pareggiano i padroni di casa dopo 17 secondi con La Penna 1-1.
Scollo riporta in vantaggio i rossazzurri 1-2.
Ritmi più elevati nella seconda frazione quando Provenziani  riporta il match in parità 2-2, subito dopo Samuele Catania realizza il gol del 2-3.
Il vice capitano Giorgio Torrisi trova il giusto spazio e realizza il gol del 2-4 dopo quattro minuti di gioco.
Rigore per la Vis Nova, a trasformarlo Poli che accorcia le distanze 3-4.
A riportare la parità ci pensa Calcaterra a un minuto dalla fine della seconda frazione di gioco (4-4).
Subito dopo il vice capitano Torrisi sigla il gol del vantaggio 4-5.
All’inizio della terza frazione Russo firma il gol del 4-6.  Poco dopo Ferlito realizza un gol eccezionale, una palombella che porta i rossazzurri sul +3 (4-7).
Di Fulvio accorcia le distanze con il gol del 5-7 a meno di tre minuti da giocare.
Nell’ultima frazione, dopo tre minuti di gioco, Samuele Catania va a segno 5-8, poco dopo Mutariello accorcia le distanze (6-8) a 2.46 da giocare.
La Vis Nova si porta sul -1 (7-8) a 2.25 da giocare grazie a un rigore trasformato da Di Fulvio che riapre la partita. Due minuti di adrenalina: Provenziani pareggia i conti (8-8) a un minuto dalla fine del match. Il match termina 8-8. Si va ai tiri di rigore.
Caruso para il rigore di Di Fulvio. Per i rossazzurri va a segno Privitera
8-9. Calcaterra contro Caruso che para anche questo tiro.
Tocca a Scebba ma il pallone gli scivola dalle mani. Nulla di fatto.
È il turno di Sacco che va a segno 9-9.
Per gli etnei Catania va a segno 9-10.
Caruso para il tiro di Poli.
Il portiere rossazzurro ne ha parati  tre su quattro.
La Rosa segna l’ultimo rigore 9-11 e la Dmg Nuoto Catania si aggiudica gara 3 in programma sabato 12 giugno alle 17.00 alla Scuderi.
Queste le parole del tecnico Peppe Dato a fine gara: “Oggi si è vista una Nuoto Catania certamente diversa da quella vista sabato in casa.
Aver vinto oggi, anche se soffrendo, è un segnale molto importante.

I ragazzi erano delusi dopo la prestazione e la sconfitta di gara 1 ma hanno saputo reagire dando vita ad un’ottima prova in difesa dimostrando grinta e temperamento. Nota di merito a Enrico Caruso che ha svolto egregiamente il suo compito. Sabato mi aspetto una gara altrettanto viva e combattuta. Adesso bisogna recuperare energie e mettere in campo maturità e massima concentrazione”.

Il presidente della Nuoto Catania Mario Torrisi commenta così il match: “Abbiamo meritato largamente la vittoria in una partita che abbiamo sempre condotto e che è stata rimessa in gioco da una discutibilissima decisione arbitrale che ci ha assegnato una brutalità contro a 2’25” dalla fine mentre eravamo avanti di 2 reti. Comunque, guardiamo avanti fiduciosi nella forza della nostra squadra che nei momenti importanti difficilmente tradisce.

Speriamo sabato prossimo di festeggiare la conquista della finale.”

ROMA VIS NOVA PALLANUOTO-DMG NUOTO CATANIA 8-8

ROMA VIS NOVA PALLANUOTO: M. Bonito, S. Padovano, L. Sacco, C. Di Fulvio 2, D. Mutariello 1, A. Navarra, A. Poli 1, L. Provenziani 2, M. Lapenna 1, A. Agnolet, E. Calcaterra 1, C. Sordini, S. Russo. All. A. calcaterra

DMG NUOTO CATANIA: E. Caruso, M. Ferlito 1, R. Rotondo 1, G. La Rosa, T. Scollo 1, R. Torrisi, G. Torrisi 2, A. Scebba, N. Kacar, A. Privitera, E. Russo 1, S. Catania 2, T. Baggi-necchi. All. Dato

Arbitri: Frauenfelder e Cavallini

Note
Parziali: 1-2 3-3 1-2 3-1

 

Nuoto Catania

Print Friendly, PDF & Email