A2 M – La Dmg Nuoto Catania vince ma sbaglia tanto

DMG NUOTO CATANIA – SSD UNIME 13-11

La Dmg Nuoto Catania vince ma sbaglia tanto, sia in difesa che in attacco, per i rossazzurri si tratta della settima vittoria consecutiva (21 i punti in classifica che determinano il primato in solitaria).
Il primo tempo si apre con la rete di Giorgio La Rosa (1-0) a 6.40 da giocare , risponde il Messina con Vittorioso (1-1).
Segue la rete di Cusmano a 2.16 (1-2).
La Rosa pareggia i conti (2-2) a 2 minuti dal termine della prima frazione di gioco.
Poco dopo è il Messina ancora con Cusmano a trovare la rete (2-3).
La Dmg Nuoto Catania pareggia i conti con Privitera su rigore (3-3).
Il Messina continua ad attaccare ed è Ancora Cusmano a 8 secondi dalla fine a ottenere il vantaggio (3-4).
Nella seconda frazione cambia il portiene rossazzurro esce Caruso ed  entra Baggi Necchi, va a segno Scebba (4-4), risponde il Messina con Eskert (4-5). Rotondo prova la conclusione ma senza esito.
Poco dopo Eskert segna la rete del (4-6), La Rosa prima accorcia le distanze (5-6) e poi  riporta il match in parità, 6-6.
Il Messina però non perde tempo e si porta di nuovo avanti con Giacoppo (6-7).
Nella terza frazione rientra in porta Caruso per la Dmg Nuoto Catania.
La Rosa segna la sua quinta rete del match pareggiando 7-7 a 6.12 da giocare , dopo un minuto e’  ancora Giorgio La Rosa a trovare la rete che porta in vantaggio i suoi 8-7 (rossazzurri in vantaggio per la prima volta dall’ inizio del match).
Vantaggio che però dura poco perché il Messina pareggia con Cama (8-8), poco dopo La Rosa trova ancora la rete che vale il vantaggio rossazzurro (9-8).
L’innarrestabile numero 4 rossazzurro segna anche il gol del 10-8.
L’arbitro assegna un tiro di rigore alla Dmg Nuoto Catania.
Giorgio Torrisi sul pallone, ma il tiro viene parato.
Subito dopo il Messina segna con Vinci (10-9).
Nell’ultima frazione di gioco il Messina riporta il match in parità con Eskert (10-10), per i padroni di casa è Samuele Catania a realizzare la rete del vantaggio 11-10.
Poco dopo viene concesso un altro rigore  ai rossazzurri: Privitera con fermezza sigla la rete del 12-10, a 4 min dalla fine.
A 40 secondi dalla fine Rete è La Rosa a siglare la rete del 13-10.
Nei secondi finali gli ospiti trovano la rete con Vittorioso. 13-11 il risultato finale.

Queste le parole del tecnico Peppe Dato alla fine del match: “Oggi è andato tutto male ma ciò su cui abbiamo peccato di più   e’ la concentrazione e l’attenzione. Abbiamo commesso troppi errori. Non snobbo le vittorie ma se vogliamo ottenere risultati importanti dobbiamo vincere anche giocando bene come abbiamo fatto finora. Può capitare di vincere non giocando egregiamente ma bisogna capire e lavorare sui motivi che hanno determinato tutto ciò'”.

Giorgio La Rosa, autore di nove gol su tredici, commenta così la gara: “Sono contento per i gol e soprattutto per i tre punti, ma c’ è da dire che ci siamo mossi male sia in difesa che in attacco, quindi dobbiamo tornare a lavorare continuando a dimostrare il nostro valore e soprattutto la nostra crescita”.

DMG NUOTO CATANIA-UNIME 13-11

DMG NUOTO CATANIA: E. Caruso, M. Ferlito, R. Rotondo, G. La Rosa 9, G. Terminella, R. Torrisi, G. Torrisi, A. Scebba 1, N. Kacar, A. Privitera 2, E. Russo, S. Catania 1, T. Baggi-necchi. All. Dato

UNIME: G. Spampinato, V. D’angelo, N. Eskert 4, E. Giacoppo, A. Vinci, G. Runza, R. Cusmano 3, A. Vittorioso 3, M. Savoca, D. Bonansinga, G. Longo Minnolo, F. Cama 1, F. Di Mauro. All. Naccari

Arbitri: Schiavo e Magnesia
Note
Parziali: 3-4 3-3 4-2 3-2 Uscito per limite di falli Cusmano (Unime) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Catania 1/8 + 3 rigori, Unime 5/10.

In foto Giorgio La Rosa Oggi autore di nove reti

Federica Zuccaro
Ufficio Stampa Nuoto Catania

Print Friendly, PDF & Email