B M – Pescara buona la prima, Perugia battuto 11-10

Di Fulvio: “Vittoria del cuore, tutti hanno dato il massimo”

Inizia come meglio non poteva l’avventura della Pescara Pallanuoto nel campionato di Serie B. La squadra di Franco Di Fulvio, imbottita di giovani, supera in rimonta la Libertas Perugia per 11-10 nella prima giornata del girone 4, al termine di una partita giocata punto a punto. Alla fine è stata premiata la voglia dei biancazzurri di cercare il successo a tutti i costi, anche quando il pareggio sembrava ormai scritto. Il contropiede con cui De Vincentiis ha consegnato i primi 3 punti ai suoi, a 39 secondi dalla fine, accolto dall’ovazione della panchina e della società presente in tribuna, è stata l’immagine più bella del pomeriggio di Firenze, che ha segnato la riconciliazione di tutto l’ambiente con questo sport, dopo un anno di stop. Adesso testa bassa e pedalare verso il prossimo impegno, tra due settimane, ad Ancona contro la Jesina.

I biancazzurri partono meglio, trovano il vantaggio con D’Aloisio, subiscono il pareggio di Taverna, poi però allungano con Micheletti e ancora D’Aloisio prima del gol di Testi. Meglio Perugia nel secondo parziale: segna Lepore, risponde Micheletti, poi i padroni di casa mettono la freccia con Rossi, Pennicchi e Fiaschi. Prima dell’intervallo va in gol Bogni per i biancazzurri, ma risponde subito Rossi. I ragazzi di Di Fulvio reagiscono e conquistano il terzo parziale: segnano Micheletti e Bogni, rispondono Rossi e Grassi, ma prima della sirena ci pensa Bogni a rimettere a posto le cose. I biancazzurri completano l’opera con un quarto tempo da incorniciare, dove prima pareggiano con Giordano quindi D’Aloisio firma il sorpasso. Rossi pareggia, ma l’ultima parola è quella di De Vincentiis, che a 39 secondi dalla fine regala la prima gioia della stagione al Delfino.

“Sono molto contento per i ragazzi, se lo meritavano”, dice Di Fulvio a fine gara. “E’ stata la vittoria del cuore, della volontà e del senso di appartenenza mostrato dalla squadra. Abbiamo preso qualche gol di troppo da fuori e per onestà va detto che anche il pareggio ci poteva stare. Noi però abbiamo avuto quel guizzo finale che ci ha consentito di raggiungere il successo”. L’allenatore dei biancazzurri poi concede l’onore delle armi ai padroni di casa: “Devo fare i complimenti agli umbri, sono un gruppo con tanti giovani interessanti, un buon mancino e un buon portiere. Penso che molte squadre faranno difficoltà contro di loro”. Quindi prosegue: “Tutti hanno dato tutto e questa è la cosa più importante. Non cerchiamo alibi per le vasche e gli allenamenti, siamo tutti nella stessa barca. Basta con il fare vittimismo. Mi ritengo fortunato per lo spazio acqua che mi mette a disposizione la società. Se c’è passione basta anche una pozzanghera. L’importante è tenere vivo questo sport nella nostra città”.

I parziali: 2-3, 5-2, 2-3, 1-3

LIBERTAS RN PERUGIA: Antonini, Taverna (1), Cimbali M., Fagugli, Testi (1), Arcangeli, Pennicchi (1), Fiaschi, Rossi (5), Bartocci, Grassi (1), Cimbali N., Lepore (1).

PESCARA PALLANUOTO: Febbo, Mancini, Cipriani, De Vincentiis (1), Bogni (3), Castagna, Giordano (1), Cerasoli, Micheletti (3), D’Aloisio (3), Santarelli, Ferragatti, Recchia. All. Di Fulvio

 

Adriano De Stephanis
Ufficio Stampa Pescara Pallanuoto

Print Friendly, PDF & Email