La scomparsa di Gianni Bruschi

LUTTO NEL MONDO DELLO SPORT PONTINO E DELLA PALLANUOTO, E’ VENUTO A MANCARE GIANNI BRUSCHI DIRETTORE SPORTIVO E VICEPRESIDENTE DELL’ANTARES LATINA

LA SUA VITTORIA PIU’ BELLA LA RIAPERTURA DELLA PISCINA OPEN DI POCHI GIORNI FA’

Un vuoto incolmabile per la Antares Nuoto Latina ma in generale per tutto il mondo dello Sport latinense. In un venerdì sera del 26 ottobre ci ha lasciato Gianni Bruschi, persona umile, cordiale, buona, affabile, un amico… Bruschi era conosciuto nell’ambiente sportivo latinense per i suoi trascorsi calcistici, che lo avevano portato in gioventù a vestire le casacche di tantissime squadre pontine nel ruolo prima di mediano e poi di libero. Da giovanissimo nei Allievi e Juniores del Cos Latina aveva giocato con Vincenzo D’Amico e Bruno Conti agli ordini di Giancarlo Sibilia. Dopo la prima squadra del Cos in 2^ categoria si era trasferito al Bassiano a fine anni 70 primi anni 80 passando poi due anni dopo alla Latinense, subentrata a sua volta al COS. Era stato tecnico a fine anni 80 degli Allievi del Latina Calcio ricoprendo poi anche l’incarico di Dirigente per un totale di un paio di stagioni. Ancora da Mister aveva guidato in due edizioni un vero e proprio Dream Team composto da Piero Di Trapano, Vincenzo D’Amico e Bruno Giordano alla vittoria nelle prime Kermesse del prestigioso Inge Kallen presso il centro Finestra Agora Fitness.

Nella seconda metà degli anni degli anni 2000 Il ritorno del mondo dello Sport, in una disciplina completamente diversa come la pallanuoto. Chiamato e presentato all’Antares e al presidentissimo Alberico Davoli, come lo chiamava lui, dalla figlia Adelia, che ne aveva già intraviste le qualità e lo spessore umano oltre a rimanere ovviamente colpita dalle doti comunicative. È iniziata così, verso la fine del 2009 l’avventura e l’ingresso di Gianni Bruschi nella società Antares, in punta di piedi andando sempre più ad essere coinvolto e ad appassionarsi ad un ambiente a lui sconosciuto ma nel quale ha cominciato a ritrovare tanti amici d’infanzia anche se sulle opposte barricate dell’Ambra Nuoto e del Latina Pallanuoto, come Egidio Cervini, Roberto Pellegrini e Sivano Spagnoli. Lui subito legatissimo e in simbiosi con il Presidente Alberico Davoli e il figlio Bruno, tutti uniti dal comune intento di fare bene in questo sport. Alla fine Gianni Bruschi era diventato il Direttore Sportivo e Vicepresidente dell’Antares Nuoto Latina, ruoli e incarichi che gli erano stati conferiti senza che lui li avesse mai chiesti o pretesi, ma che si era guadagnato e meritato sul campo, andando a spendersi e prodigarsi sempre in tante questioni. Man mano che si andava avanti anche grazie al suo apporto la società Antares cresceva e alzava l’asticella, ora con una promozione in Serie C, ora con la promozione in Serie B maschile. ora con il progetto donne di Velletri e la conquista e salvezza della Serie A2 femminile nel 2014. Gianni aveva meritato la fiducia del Presidentissimo Alberico rinnovata ad occhi chiusi dal figlio Bruno, subentrato come Presidente dell’Antares. Gianni seguiva tutte le questioni legate ai tecnici, agli atleti e ai giocatori, faceva da trade union tra la squadra e la società stessa, facendosi sempre ben apprezzare da tutto l’ambiente tanto da allacciare contatti con tantissime società romane con le quali al di là della stima aveva un ottimo rapporto. Stessa cosa succedeva a più alti livelli con l’amministrazione comunale di Latina e con la Federazione Italiana Nuoto. Ben voluto è stimato anche dal Presidente del CrLazio Giampiero Mauretti e dal comitato regionale, dove si era fatto conoscere per l’affidabilità e il suo modo di porsi, a volte deciso ma sempre umile, garbato e convincente.

Così è stato anche nell’ultimo periodo, pur cominciando ad accusare quella febbre che lo ha portato a ricoverarsi in ospedale e poi a spegnersi per una malattia fulminante. Ciò nonostante fino agli ultimi giorni ha portato avanti con convinzione la causa della piscina Open di Latina che poi è stata riaperta. Questa perseveranza di Bruschi Gianni testimonia di un uomo che credeva fermamente nello sport pontino e si era appassionato tantissimo al nuoto e alla pallanuoto in particolare, incontrandosi in amministrazione ora con il dirigente, ora con l’assessore, ora con il sindaco, spendendosi per i giovani pontini e per consentire a centinaia di atleti di rimanere ad allenarsi a casa loro, a Latina. Una “partita”alla fine vinta da Gianni che ha dato anche in questo senso un enorme contributo a far sì che tutti riuscissero a dare il meglio per trovare la soluzione migliore e consentire a tantissimi ragazzi di continuare a praticare tali sport nella città di Latina.

ADELIA DAVOLI
“Lo avevo portato io in società presentandolo a mio papà, era stato il mio primo cliente e ci conoscevamo dai tempi in cui gestiva il bar Viennese con l’amico Di Sessa. Ne avevo percepito a pelle la sensibilità e la comunicativa innata, dovuta anche tutta la sua esperienza e competenza maturata in ambito sportivo e calcistico. Non ho parole e non mi sembra vero, era una persona buonissima e sono sicura che lui da lassù continuerà a sostenerci e a tifare per noi, per l’Antares e per il bene della Pallanuoto, dandoci tutti i suoi consigli e il suo sostegno. Nonostante tutto anche se non c’è più io lo sento sempre nel mio cuore e sicuramente non sarò l’unica”.

DICHIARAZIONE PRESIDENTISSIMO ALBERICO DAVOLI
“Lo sport pontino perde un alfiere e un vero e proprio principe della pallanuoto. C’è tanto da dire sulla perdita di un amico come Gianni Bruschi che è stato da subito e fino all’ultimo un grande dirigente, e un appassionato non solo dell’Antares Nuoto ma dell’intero movimento pallanuotistico locale e regionale. Parlano i fatti e tutte le attestazioni di stima ricevute in questi anni dalle massime istituzioni sportive, dall’amministrazione di Latina, dalle varie società della FIN, e da tutti i ragazzi, atleti e tecnici che ha conosciuto e si sono avvicendati qui all’Antares, e che in questi giorni stanno riempiendo i social con commenti e condivisioni dei bei momenti trascorsi insieme. Gianni ha perso la battaglia contro il suo male ma ha ottenuto una grande vittoria nello Sport per tutti i giovani nuotatori e pallanuotisti di Latina, grazie alle tante riunioni e agli incontri con l’Assessore Ranieri e il Sindaco Coletta contribuendo più di altri alla riapertura della piscina Open di Latina, Ciao Gianni ti vogliamo e ti vorremo sempre tutti bene”.

COMMENTO BRUNO DAVOLI
“Mi lascia un Compagno di viaggio ineguagliabile, noi tutti ed io in particolare – commenta Bruno Davoli, Presidente dell’Antares – perdiamo una grande persona, un uomo eccezionale. Non è retorica e non sono le solite frasi fatte, Gianni è stato, prima insieme a mio padre e poi successivamente da solo, un confidente unico prima che un dirigente con i fiocchi. Perdo un grande amico, un Fratello con la “F” maiuscola che in questi dieci anni mi aveva accompagnato, aiutato, supportato e sopportato in tante vicende e situazioni, sportive e non, che avevamo condiviso quotidianamente, giorno per giorno soprattutto negli ultimi anni in cui il nostro Presidentissimo si era staccato di più. Il mondo dello Sport, del calcio e della pallanuoto resta orfano di un grande personaggio… Ciao Gianni ora riposerai …. Avverto un vuoto enorme, saremo più soli senza di te .… io più di tutti”.

Per coloro che vorranno salutare Gianni Bruschi e partecipare alla Messa, i suoi funerali si svolgeranno Venerdì 2 Novembre alle 15:30 presso la Chiesa di San Luca in Latina.

 

Antares Nuoto Latina

Print Friendly, PDF & Email