Nasce l’asse Bologna-Savona con De Akker e RN Savona

Giorgio Boggiano

Nasce l’asse Bologna-Savona. Boggiano alla corte di Perez.

La De Akker Bologna e la Rari Nantes Savona sono orgogliose di annunciare la nascita di una collaborazione che vedrà il lato pallanuotistico essere esclusivamente un punto di partenza.

La volontà comune è quella di poter garantire ai giovani talenti emergenti del vivaio ligure anche un’eccellente carriera universitaria nel capoluogo emiliano.

La dirigenza bolognese si sta impegnando nell’allargare ai suoi giovani atleti i benefici del progetto “Dual Career” portato avanti dall’Alma Mater Studiorum di Bologna, università pluricentenaria e riconosciuta eccellenza a livello internazionale. Il progetto nasce per garantire lo status di “studente-atleta” ai giovani sportivi di interesse nazionale e internazionale immatricolati nell’università bolognese, permettendo così loro di poter competere a un eccellente livello non solo nelle rispettive discipline ma anche e soprattutto in ateneo. La De Akker si sta seriamente operando per far accogliere i propri giocatori-studenti all’interno di questo meraviglioso programma.

È proprio in quest’ottica che si spiega l’arrivo a Bologna del giovane savonese Giorgio Boggiano (ad onor del vero classe 2002 e quindi ancora in orbita liceale), inaugurando una partnership che punta a uno sviluppo dell’atleta a 360 gradi.

“Sono certo che il rapporto di collaborazione che si sta instaurando sarà molto utile per entrambe le società. I nostri giovani non solo potranno allenarsi in un team ambizioso ma potranno anche frequentare una delle più prestigiose università italiane.”- commenta soddisfatto Giuseppe Gervasio, consigliere federale e vicepresidente del Savona- “la nostra pallanuoto ha bisogno di realtà ambiziose come Torino e soprattutto Bologna che si è dotata di un direttore sportivo competente come Deserti e di un allenatore carismatico come Perez.”

A fargli eco il diesse emiliano Deserti, sempre più determinante nello sviluppo del team del presidente Vecchi: “Siamo veramente contenti di poter accogliere in squadra Giorgio Boggiano, un giovane di assoluta qualità. Il vivaio ligure gode di un’incredibile considerazione nel nostro sport, probabilmente senza pari, e non posso fare altro che confermare quanto di buono si dice. L’aver giocato proprio a Savona mi ha dato la possibilità di conoscere in prima persona un ambiente meraviglioso, gestito perfettamente dalla dirigenza e dai tecnici Alberto Angelini e Federico Mistrangelo. Colgo l’occasione per ringraziarli, tutto ciò nasce grazie a loro. Questo rappresenta un punto di partenza ambizioso e coraggioso che, speriamo, nel tempo possa diventare un vero e proprio esempio per tutto il sistema pallanuotistico italiano.”

Non solo pallanuoto dunque in una collaborazione che testimonia la bontà e la solidità dei progetti di crescita di ambedue le organizzazioni.

Da società imprenditrici come sono, la De Akker e il Savona hanno sempre un occhio rivolto al futuro. Due tradizioni si sono unite e chi ne esce veramente vincitore è solo, esclusivamente, la pallanuoto.

 

Simone Zucchini. Addetto stampa De Akker Bologna

Print Friendly, PDF & Email