“Belvedere Piero Pizzo”, da oggi è intitolata a lui la terrazza affacciata sul mare di Punta Sant’Anna

‘Belvedere Piero Pizzo’: il Comune di Recco ha omaggiato l’allenatore del primo grande ciclo della Pro Recco, iniziato nel 1959 con lo Scudetto di Trieste; da oggi è intitolata a lui la terrazza affacciata sul mare e sulla passeggiata di Punta Sant’Anna.Piero Pizzo, fratello di Eraldo, è stato l’allenatore giovanissimo, appena 25enne, dei “sette Re di Recco”, protagonisti di una delle più belle pagine dello sport italiano.
Nei prossimi mesi l’amministrazione comunale intitolerà a Tibor Benedek una delle scalinate che collega Punta Sant’Anna a corso Garibaldi.
“Da tanti anni aspettavamo un riconoscimento per mio fratello – afferma Eraldo Pizzo – ha cambiato il modo di giocare a pallanuoto, una pallanuoto meno statica e più dinamica: eravamo in continuo movimento, se avessimo accettato la battaglia fisica non avremmo cominciato quel ciclo di successi”.
“È una grande emozione ricordare la figura di Piero Pizzo in una giornata così importante per la Pro Recco di oggi – aggiunge il presidente Maurizio Felugo -. Quei ragazzi rimangono un esempio per noi, hanno onorato la pallanuoto con i valori dello sport che ogni giorno anche noi proviamo a portare in piscina”.

Aggiornamento: Gara 1 della finale Scudetto in programma oggi è stata anticipata alle ore 16 per esigenze televisive.

 

 

Ufficio Stampa Pro Recco

Print Friendly, PDF & Email