Champions League – An Brescia ancora tra le migliori d’Europa

 

Ancora tra le migliori d’Europa: vincendo l’ultimo turno della fase a gironi, l’An Brescia per il secondo anno di fila, e terzo dal 2014, si qualifica tra le formazioni che, nel secondo weekend di giugno, a Genova, si affronteranno per la conquista della Champions League. Dunque, la Leonessa è di nuovo ai vertici della scena internazionale e questo grazie a un cammino brillante condotto in un girone tanto duro quanto equilibrato. Dopo la bella vittoria, nella penultima giornata, in casa del Barceloneta, l’An, oggi, poteva anche non fare bottino pieno (gli inseguitori della Dynamo Mosca erano impegnati nella proibitiva trasferta di Dubrovnik), ma Presciutti e compagni non hanno badato a spese e hanno superato un ostico Waspo Hannover, giunto a Mompiano senza pretese di classifica ma per nulla disposto a fare la comparsa. Con grande forza di volontà e lucido nei momenti clou, il sette di Sandro Bovo s’impone per 11 a 9 (4-1, 2-3, 3-3, 2-2, i parziali), facendo pesare un avvio di gara perfetto per quel riguarda la determinazione. Alcuni eccessi di tensione hanno fatto commettere qualche svista ai biancazzurri (più di una delle nove espulsioni a carico e, soprattutto, due dei tre rigori a sfavore, erano abbastanza evitabili), e il team di Seehafer è stato lesto ad approfittarne, rimanendo in partita dopo il meno 3 (4-1) della prima frazione. Comunque, in casa An contava vincere e, anche quando Brguljan ha portato a meno 1 i suoi (su rigore, all’inizio dell’ultimo periodo), i biancazzurri hanno stretto i denti rimanendo sempre avanti con le marcature di Janovic (perfetto l’alzo-tiro da posizione defilata) e poi di Vukcevic (puntuale e decisivo da boa). In una prova collettiva davvero notevole per grinta e generosità, in evidenza la mano calda di Muslim, miglior realizzatore della serata con quattro sigilli.

«Sono molto contento, abbiamo dimostrato di meritare la qualificazione», questo il sintetico commento di coach Bovo.

«Obiettivo Final Eight raggiunto – dichiara il capitano, Christian Presciutti -, siamo felici. Quando è cominciata la fase a gironi, ho detto subito che, per le finali, ci sarebbe stato da lottare fino all’ultima giornata; e così è stato. Son convinto che sia stato un bene trovarci in un raggruppamento equilibrato, siamo stati chiamati a giocare una pallanuoto di livello. Ma non è finita: andiamo a Genova per dire la nostra, per giocare fino alla fine le nostre carte».

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email