AN Brescia News

Under 13

Gli acuti delle formazioni Under 20 danno grande risalto al vivaio pallanuotistico bresciano: le semifinali del campionato regionale si tingono di biancazzurro e, quindi, la sfida per il titolo lombardo sarà un confronto in famiglia. Nel dettaglio, l’An (guidata da Enrico Oliva) ha superato 12 a 10 lo Sporting Lodi, mentre il Brescia Waterpolo (allenato da Aldo Sussarello) ha regolato l’Nc Monza con un netto 20 a 5. La finalissima sarà mercoledì 16, alle 21.30, alla piscina di Mompiano; assicurandosi i primi due posti in Lombardia, i due team si sono garantiti il passaggio alla fase nazionale (la squadra vincitrice verrà inclusa nel raggruppamento A che sarà ospitato in Liguria, i secondi andranno a formare il girone B).

Sulla scia dei più “grandi”, molto buone anche le prove delle squadre Under 15: il team 1 di Oliva non ha lasciato scampo allo Sport Management, imponendosi per 21 a 3. Il team 2 di Stefano Sorlini ha sconfitto 10 a 9 la Pallanuoto Treviglio, dando chiari segni di una concreta crescita.

Amarezza per l’Under 17 femminile che, nello scontro decisivo per la conquista del secondo posto e del conseguente accesso alle semifinali nazionali, è stata superata 9 a 6 dal Como Nuoto. Nella gara disputata a Mompiano, le ragazze di Edvin Calderara hanno pagato un avvio stentato soprattutto in fase offensiva, non riuscendo poi a rimontare le avversarie. «La delusione è tanta – commenta il tecnico Calderara -, conoscevamo bene il Como, all’andata abbiamo vinto di tre: purtroppo, questa volta, per tre tempi, non siamo riusciti ad esprimerci secondo le nostre possibilità, commettendo ingenuità in difesa e con poca lucidità e decisione sotto porta. Nel quarto tempo ci siamo svegliati ma era tardi. Sono molto dispiaciuto e mi assumo le responsabilità del passo falso: non son riuscito a dare la giusta carica per gestire la tensione e, a partita in corso, non ho trovato le soluzioni più adeguate. Ora manca una partita alla fine del campionato e vedremo di onorare fino in fondo una stagione che, comunque, considero positiva: devo complimentarmi con tutto il gruppo per il rendimento e per la crescita dimostrata. Abbiamo lottato alla pari con le più forti del torneo, comprese le prime classificate del Varese. Questa sconfitta ci deve servire per migliorare ancora e per trovare motivazioni ancora più solide».

Infine, risultati alterni per gli Under 13: il team 2 di Massimo Castellani ha avuto la meglio sull’Sc Milano 2 con un perentorio 12 a 5. «Sono davvero soddisfatto – dice coach Castellani -, tutti hanno dato il loro contributo mettendoci attenzione, grinta e velocità». Alle prese con un arbitraggio di difficile comprensione, il team 1 di Dario Bertazzoli, ha pagato dazio a Dalmine venendo battuto per 5 a 3 dall’Onda Blu.

 

Ufficio Stampa AN Brescia

Print Friendly, PDF & Email