Bogliasco 1951: “Una calottina per Begato” è andata in scena questa sera alla piscina Gianni Vassallo

Uno straordinario momento di sport e beneficienza, a metà strada tra calcio e pallanuoto, è quella andata in scena questa sera alla piscina Gianni Vassallo di Bogliasco. L’evento “Una calottina per Begato”, ideato dal portiere della Sampdoria Emiliano Viviano e creata dalla Onlus WeLoveBgt per ridonare un campo da gioco attrezzato e funzionale ai ragazzi del quartiere genovese di Begato

Un grande gesto di altruismo e filantropia nato dal connubio tra pallanuoto e calcio, al quale hanno aderito le sei più importanti società del panorama genovese nei due sport più amati dai liguri. Oltre ai padroni di casa del Bogliasco Bene, l’evento ha visto infatti la partecipazione dei campioni di Pro Recco Waterpolo, Rapallo Pallanuoto, Genoa, Sampdoria e Virtus Entella.

Un cast di assoluta eccellenza che ha contribuito a portare centinaia di persone sugli spalti dello stadio del nuoto del piccolo borgo rivierasco. Una serata all’insegna dei valori più sani e genuini che lo sport è in grado di trasmettere. Una festa collettiva aperta dalla gara amichevole tra le prime squadre femminili di Bogliasco e Rapallo e proseguita con quella tra la Pro Recco e la formazione locale allenata da Daniele Bettini. Due scontri visti molte volte in Serie A1 ma nei quali per una sera il punteggio non ha alcun valore. Nel mezzo spazio anche alla magnifica esibizione delle ragazze del nuoto sincronizzato bogliaschino, altra eccellenza della casa.

Ma come ogni spettacolo che si rispetti è nel finale che è arrivato il momento migliore. Terminate le sfide in acqua, il palcoscenico è stato preso dal duo comico de I Soggetti Smarriti che assieme ai campioni blucerchiati Emiliano Viviano, Fabio Quagliarella, Vasco Regini, Valerio Verre e Leonardo Capezzi, a quelli rossoblù Mattia Perin e Davide biraschi, all’uomo simbolo dell’Entella Andrea Catellani, hanno estratto a sorte i 15 biglietti della lotteria premiati con i prodotti originali autografati delle società coinvolte nell’iniziativa.

 

Marco Tripodi, responsabile Uff. Stampa e Comunicazione Bogliasco Bene 1951

 

Print Friendly, PDF & Email